Rinnovabili

In Germania l’eolico “di comunità” stravince la terza asta, con prezzi stracciati

Venerdì, 24 Novembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Prezzi medi sotto 40 euro per MWh nella competizione che ha assegnato 1.000 MW di potenza eolica, quasi interamente a progetti di azionariato diffuso. Prosegue la discesa dei costi delle fonti rinnovabili. Tendenze e risultati in dettaglio.

Valutazione d’impatto ambientale, le nuove linee guida della Commissione europea

Venerdì, 24 Novembre 2017
Redazione QualEnergia.it
I documenti. Le nuove linee guida riguardano la verifica di assoggettabilità a VIA, la definizione dei contenuti dello studio di impatto e la predisposizione dello studio di impatto ambientale. Aggiornano e integrano quelle già pubblicate nel 2001.

Perché Londra “frena” fino al 2025 sulle rinnovabili

Giovedì, 23 Novembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Il Budget 2017 presentato dal ministro delle Finanze britannico prevede di bloccare nuovi sussidi alle tecnologie pulite nei prossimi anni, finché il costo complessivo delle misure di sostegno non inizierà a diminuire. Qualche incertezza anche sulla futura entità della tassa sul carbonio. Il paradosso del progetto nucleare di Hinkley Point.

Fisco, risoluzione della Camera: “tassare emissioni per finanziare rinnovabili e mobilità elettrica”

Giovedì, 23 Novembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Con una nuova risoluzione, proposta dal PD, la Commissione Finanze della Camera impegna l'esecutivo a una serie di misure fiscali per favorire la decarbonizzazione da attuare nell'ambito della delega per la revisione del sistema fiscale.

Bolletta elettrica, terza fase riforma domestici verso il rinvio: non scatterà da gennaio

Giovedì, 23 Novembre 2017
Giulio Meneghello
Accogliendo la richiesta dell'Autorità per l'energia e un ordine del giorno della Camera, il ministero per lo Sviluppo economico ha annunciato un rinvio della terza fase della riforma delle tariffe elettriche dei clienti domestici, che sarebbe dovuta scattare con l'anno nuovo.

Approvato, con ritardo, il piano energetico dell’Umbria fino al 2020

Giovedì, 23 Novembre 2017
Redazione QualEnergia.it
L'Assemblea legislativa della Regione Umbria ha approvato la “Strategia energetico-ambientale regionale 2014/2020”. Obiettivi: riduzione dei consumi energetici complessivi, incremento delle rinnovabili, soprattutto termiche, miglioramento della governance regionale e sviluppo della filiera industriale e dei servizi connessi con l'energia. Critiche le opposizioni.

Apertura MSD, ecco le regole sulla regolazione di tensione

Giovedì, 23 Novembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Terna ha messo in consultazione le regole per partecipare al progetto pilota per la fornitura del servizio di regolazione di tensione, previsto dalla delibera 300/2017 dell'Autorità . Osservazioni entro il 28 novembre. Il dco.

Cumulabilità Tremonti ambientale e Conto Energia fotovoltaico: c’è il chiarimento GSE

Giovedì, 23 Novembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Dopo la revoca delle tariffe incentivanti ad alcuni impianti fotovoltaici in conti energia che avevano usufruito della detassazione prevista dall'articolo 6 della legge 388/2000, il Gestore ha reso ufficialmente nota la sua interpretazione delle norme, fornendo le istruzioni per non perdere l'incentivo.

Produzione fotovoltaico a fine ottobre: quasi 3 TWh in più del 2016

Mercoledì, 22 Novembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Dall'inizio dell'anno il FV ha generato 22,8 TWh, +14,6% sul 2016. Nei primi dieci mesi dell'anno copre l'8,6% della domanda elettrica interna. Rappresenta il 25,6% di tutte le fonti rinnovabili elettriche che nel complesso continuano a calare in termini assoluti e come peso percentuale.

I costi del minieolico, che avrà ancora tanto bisogno di incentivi

Mercoledì, 22 Novembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Nella recente monografia di RSE sull'eolico una parte è dedicata alla redditività dei progetti di grande e piccola taglia. Secondo RSE, più delle difficoltà d’ordine autorizzativo, per il mini eolico sono le problematiche di carattere economico quelle veramente condizionanti. E il nuovo decreto rischia di vedere la luce solo ad inizio 2018.