Rifiuti

La Francia si muove contro l'obsolescenza programmata

Lunedì, 29 Settembre 2014
Redazione Qualenergia.it
L'Assemblea Nazionale francese ha votato un emendamento dei Verdi al disegno di legge sulla transizione energetica nel quale si definisce come “truffa” anche “la durata della vita del prodotto intenzionalmente accorciata al momento della sua concezione”. Sarebbe una delle prime leggi al mondo che cita esplicitamente l'obsolescenza programmata.

'Sblocca Italia' in Gazzetta Ufficiale, così le norme sull'energia

Lunedì, 15 Settembre 2014
Redazione Qualenergia.it
Tanto asfalto in autostrade spesso di dubbia utilità e un tappeto rosso per trivellare alla ricerca di gas e petrolio, realizzare gasdotti e rigassificatori o autorizzare inceneritori. Potrebbe essere sintetizzata così la parte del decreto Sblocca Italia dedicata all'energia pubblicato sulla Gazzetta del 12 settembre. Il testo e una sintesi.

Riciclare le vecchie batterie in moduli fotovoltaici low-cost

Venerdì, 5 Settembre 2014
Redazione Qualenergia.it
Dai laboratori del MIT una soluzione per riciclare le batterie al piombo usate in nuovi moduli fotovoltaici. Renderebbe più convenienti celle FV alla perovskite e risolverebbe il problema dello smaltimento delle batterie al piombo esauste che sorgerà man mano che questa tecnologia perderà quote di mercato a favore del litio.

Rimozione amianto e fotovoltaico, l'accoppiata conviene ancora?

Martedì, 19 Agosto 2014
Alessandro Codegoni
Senza Conto Energia non c'è più la possibilità di ripagarsi la rimozione e lo smaltimento dell'eternit grazie al fotovoltaico? Abbiamo indagato, scoprendo che, grazie alle detrazioni fiscali, la convenienza per le famiglie rimane, mentre nelle regioni più assolate potrebbe essere ancora una buona idea anche per le imprese.

Gli shopper e la bioeconomia all'italiana

Lunedì, 18 Agosto 2014
Francesco Ferrante
In Italia il divieto di commercializzazione di shopper in plastica ha ridotto del 50% le tonnellate di buste non biodegradabili. Circa la metà delle bioshopper sono però illegali. Kyoto Club chiede al Governo di applicare sanzioni, favorendo la bioeconomia, un tassello fondamentale per battere la crisi. Un articolo di Francesco Ferrante.

Il verde urbano come 'rifiuto': un paradosso che ci costa molto caro

Martedì, 24 Giugno 2014
Giulio Meneghello
Una definizione del Ministero dell'Ambiente costringe a smaltire in discarica o all'inceneritore le potature e gli altri scarti della gestione del verde urbano. Trasformando in un costo quella che per i Comuni potrebbe essere una risorsa da utilizzare anche per mettere in sicurezza il territorio. Uno spreco da diverse centinaia di milioni di euro.

Regalo agli inceneritori nel decreto per la direttiva efficienza?

Martedì, 3 Giugno 2014
Redazione Qualenergia.it
La definizione di “sistemi di teleriscaldamento efficienti” nello schema di decreto per il recepimento della direttiva sull'efficienza energetica equipara di fatto gli impianti alimentati da rifiuti a quelli alimentati da rinnovabili. Gli inceneritori avranno così la porta aperta ai probabili trattamenti di favore per impianti “efficienti”.

Batterie al litio, alla ricerca di una soluzione per il riciclo

Giovedì, 22 Maggio 2014
Dal 2001 al 2013 l'utilizzo delle batterie al litio, usate ad esempio in cellulari e auto elettriche, è quasi decuplicato e nei prossimi anni crescerà ancora. Purtroppo però non esiste ancora una tecnologia affidabile per il riciclo. Cnr e Cobat hanno siglato un accordo per cercare insieme una soluzione.

Un appello di Kyoto Club a Renzi: "basta indugi sui bioshopper"

Venerdì, 21 Marzo 2014
"Ci rivolgiamo al Presidente del Consiglio affinché completi la svolta e consenta una piena e immediata applicazione della legge italiana sugli shopper. Questo l’appello di Kyoto Club, che è già stato firmato da molti sindaci, tra cui quelle delle principali città italiane, imprenditori della nuova economia e della chimica verde, i segretari dei tre sindacati, rappresentati del terzo settore".

Biocarburanti da rifiuti: fino al 16% del fabbisogno del trasporto europeo su strada

Venerdì, 7 Marzo 2014
Redazione Qualenergia.it
I biocarburanti da rifiuti e sottoprodotti potrebbero consentire di tagliare l'import di petrolio europeo di 37 milioni di tonnellate l'anno, iniettando 15 miliardi nell'economia rurale e creando fino a 300mila nuovi posti di lavoro, mostra un nuovo report. Ma serve un indirizzo a livello comunitario che al momento sembra mancare.