Nucleare

Il nucleare, tecnologia "prepotente", che non fa bene al clima

Giovedì, 1 Settembre 2016
Alessandro Codegoni
Una ricerca mette in dubbio il fatto che affidarsi al nucleare sia una strategia vincente per una decisa politica climatica. La presenza di centrali atomiche, con l’intenzione di mantenerne o aggiungerne in futuro, sembra agire da freno a tutte le altre soluzioni per decarbonizzare l'economia.

Terremoto nel centro Italia: avvisi e numeri utili

Giovedì, 25 Agosto 2016
Terremoto nel centro Italia nei paesi e frazioni di Amatrice (RI), Accumoli (RI), Arquata del Tronto (AP): situazione della rete viaria e ferroviaria, avvertenze e numeri utili (ultimo aggiornamento: ore 9,00 del 26 agosto).

in aggiornamento (ore 10,30 - 25 agosto)

Alcune informazioni di servizio per la situazione di crisi causata dal terremoto che ha colpito i paesi e le frazioni di Amatrice (RI), Accumoli (RI), Arquata del Tronto (AP) (clicca su mappa per ingrandire).

il personale che sta prestando soccorso sul terreno è di oltre 5.400 unità. Secondo la Protezione Civile ci sono 1000 unità delle forze di polizia, 1.060 vigili del fuoco, 400 appartenenti alle forze armate e oltre 3000 tra volontari e membri di associazioni e organizzazioni locali delle tre regioni colpite dal sisma.

BP Statistical Review 2016: “stop emissioni è cambiamento strutturale”

Giovedì, 9 Giugno 2016
Redazione QualEnergia.it
L'annuale rapporto statistico della compagnia petrolifera conferma che nel 2015 l'aumento delle emissioni di gas serra si è fermato: c'entra il rallentamento economico, ma il peso maggiore è della decarbonizzazione del sistema energetico. I dati e i grafici più significativi del nuovo report.

Il ministro possibile, Chicco Testa, ipse dixit

Lunedì, 2 Maggio 2016
Leonardo Berlen
Chicco Testa è uno dei papabili alla poltrona di ministro dello Sviluppo Economico. Siamo andati a ritrovare alcune sue dichiarazioni degli anni del “rilancio del nucleare in Italia” (2010-2011) e alcune più recenti. Sono passati solo 4-5 anni, ma sembra una vita fa. Tuttavia ricordare ogni tanto può essere utile.

Nucleare, a 30 anni da Chernobyl un laboratorio mobile per analisi e sicurezza

Martedì, 26 Aprile 2016
Il Laboratorio ENEA permette di individuare le caratteristiche fisiche e radiologiche del materiale esaminato, intervenendo direttamente sul sito. E' pensato per gli operatori del settore del ciclo del combustibile nucleare, Autorità di Controllo, Agenzie Regionali, Capitanerie di Porto e Dogane.

Trent'anni da Chernobyl, un disastro senza fine

Martedì, 26 Aprile 2016
Nonostante le rassicurazioni ufficiali, a 30 anni dall'esplosione della centrale nucleare in un'area molto vasta la situazione sanitaria, economica e sociale resta gravissima. Alcune zone non saranno mai più bonificate. Il governo Bielorusso stima una spesa di 235 miliardi $ in 30 anni. Il pericolo dei ripetuti incendi forestali.

ENEA, insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione

Venerdì, 22 Aprile 2016
Si è insediato ieri, 21 aprile, il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’ENEA, composto dal Presidente Federico Testa e dai consiglieri Alessandro Lanza e Mauro Libè, designati rispettivamente dal Ministero dallo Sviluppo Economico e dal Ministero dell’Ambiente.

Nessun rinascimento nucleare ... e intanto le rinnovabili crescono

Mercoledì, 20 Aprile 2016
Redazione Qualenergia.it
Negli ultimi 10 anni nel mondo, a fronte del raddoppio della potenza installata di rinnovabili, quella di nucleare è costante. In termini di capacità totale l'eolico ha superato l'atomo. Sulla produzione: il nucleare oggi genera meno rispetto al 1999 e nell'UE28 viene superato dalle rinnovabili. Un'analisi di Bernard Chabot.

Fino ad oggi, 15 aprile, hai il 20% di sconto per l'abbonamento annuale a QualEnergia.it PRO

Venerdì, 15 Aprile 2016
Fino a tutto il 15 aprile usufruisci dello sconto del 20%. Costo: 200 €+Iva 4%, anziché 250+Iva 4%. Scegli il tuo abbonamento.

Nucleare, EDF potrà sopravvivere al progetto Hinkley Point C?

Venerdì, 15 Aprile 2016
Roberto Rizzo
La situazione finanziaria già negativa dell’utility pubblica francese EDF potrebbe essere compromessa dalla realizzazione della controversa centrale nucleare in tecnologia EPR, che dovrebbe vedere la luce nel sud del Regno Unito entro il 2025. Il costo complessivo è di circa 23 mld di €.