Nucleare

Verso la bocciatura del programma nazionale per la gestione nucleare: "troppo generico"

Giovedì, 21 Dicembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Secondo alcune comunicazioni non ancora ufficializzate la Commissione nazionale per la valutazione d'impatto ambientale avrebbe bocciato il programma nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi. La segnalazione del deputato sardo di Unidos, Mauro Pili.

Il problema Sogin: sia del tutto ristrutturata e non poltrona per politici in declino

Giovedì, 14 Dicembre 2017
In un duro comunicato la Commissione scientifica sul Decommissioning ha stigmatizzato le incapacità di programmazione e gestione per lo smantellamento del nucleare in Italia. Le responsabilità di Sogin: “va completamente ristrutturata”. Il caso del CEMEX di Saluggia.
Immagine Banner: 

Nucleare Italia, le criticità del Programma Nazionale per la gestione dei rifiuti radioattivi

Mercoledì, 13 Dicembre 2017
Gianni Mattioli e Massimo Scalia
Il Ministero dell’Economia e dell’Ambiente propongono il Programma Nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi e il conseguente Rapporto Ambientale. Ma i documenti su trasparenza e partecipazione, così come sui contenuti sono del tutto insufficienti.

IEA: al 2040 le rinnovabili avanzano, il carbone arretra, il petrolio ancora tra noi

Martedì, 14 Novembre 2017
Redazione QualEnergia.it
I cambiamenti in atto nel sistema energetico mondiale, la crescita della domanda al 2040, pari a quanto oggi consumano India e Cina, le rinnovabili e l'efficienza con un ruolo sempre più forte. Ma lo scenario più probabile secondo il nuovo World Energy Outlook 2017 della IEA è la leadership del gas e una domanda di petrolio ben oltre i 100 mb/giorno.

Perché anche quest'inverno i prezzi dell'elettricità saranno in rialzo?

Giovedì, 9 Novembre 2017
Alessandro Codegoni
I problemi del nucleare francese, l'arrivo del freddo, la scarsa produzione eolica e idrica, sono fattori che stanno causando in questi giorni l'aumento del PUN. Le previsioni sono di prezzi alti almeno fino a gennaio, non solo in Italia. Quanto potremmo pagare in più, oltre alla stangata di inizio 2018?

Efficienza e rinnovabili, la nuova ricetta “verde” della Svizzera

Venerdì, 3 Novembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Approvate dal Consiglio federale le nuove norme per attuare la Strategia energetica 2050. In vigore da gennaio 2018. Previsto l’abbandono graduale del nucleare, più sostegno alle fonti pulite con il supplemento di rete, maggiore slancio al fotovoltaico e in particolare all’autoconsumo elettrico con raggruppamenti di utenze.

Nucleare francese, altri 5 reattori verso il fermo

Mercoledì, 11 Ottobre 2017
Redazione QualEnergia.it
EDF comunica di aver ispezionato i circuiti di pompaggio dell’acqua in decine di reattori, riscontrando potenziali inconvenienti in molti di essi in caso di terremoti. Molti tubi sono troppo sottili e potrebbero rompersi causando allagamenti. Sono in corso le operazioni per la messa in sicurezza.

Il fermo di Tricastin e il peso del nucleare francese sui prezzi elettrici italiani

Lunedì, 2 Ottobre 2017
Giulio Meneghello
Lo spegnimento dei reattori della centrale di Edf, dovuto a un potenziale pericolo in caso di terremoto, dovrebbe avere effetti solo contingenti sul mercato elettrico italiano. Ma quanto è importante il futuro del parco atomico d'oltralpe per i prezzi del MWh in Italia?

Nucleare negli Emirati Arabi, in funzione dal 2018 il primo reattore

Martedì, 26 Settembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Il primo dei 4 reattori da 1400 MW di potenza della centrale di Barakah negli Emirati sarà attivo nel 2018. Entro il 2021 gli altri tre per un totale di 5,6 GW. Un paese che investe le sue immense risorse su un modello energetico ancora non chiaro: rinnovabili, fossili e atomo.

Basta nucleare e 6 mld $ su FV, batterie e reti: un'altra utility cambia strategia

Lunedì, 4 Settembre 2017
Redazione QualEnergia.it
In Florida, Duke Energy ha annunciato che abbandonerà il controverso progetto della centrale nucleare di Levy, troppo costoso, per puntare su fotovoltaico e smart grid. La scelta eviterà un rincaro in bolletta per gli utenti. I costi e i tempi del progetto atomico, come da copione, erano lievitati.