Nucleare

Basta nucleare e 6 mld $ su FV, batterie e reti: un'altra utility cambia strategia

Lunedì, 4 Settembre 2017
Redazione QualEnergia.it
In Florida, Duke Energy ha annunciato che abbandonerà il controverso progetto della centrale nucleare di Levy, troppo costoso, per puntare su fotovoltaico e smart grid. La scelta eviterà un rincaro in bolletta per gli utenti. I costi e i tempi del progetto atomico, come da copione, erano lievitati.

Mercato fotovoltaico, numeri positivi e sorpasso atteso sul nucleare

Giovedì, 24 Agosto 2017
Redazione QualEnergia.it
Previste nuove installazioni di solare FV per circa 80-81 GW in tutto il mondo nel 2017, con una crescita del 4% rispetto allo scorso anno. Tra pochi mesi questa fonte rinnovabile potrebbe “pesare” più dell’atomo in termini di capacità cumulativa. Le ultime analisi e tendenze.

Disponibili ancora 8 abbonamenti a QualEnergia.it PRO con lo sconto del 20%

Mercoledì, 23 Agosto 2017
I primi 25 sottoscrittori di un ordine di abbonamento annuale a QualEnergia.it PRO (anche in caso di rinnovo) a partire dal 7 agosto 2017 potranno usufruire di uno sconto del 20%, utilizzando uno specifico codice promozionale. Scopri come fare.

Aggiornamento (24 agosto, ore 9): ancora 8 abbonamenti scontati

Disponibili ancora 8 abbonamenti a QualEnergia.it PRO con lo sconto del 20%

Mercoledì, 23 Agosto 2017
I primi 25 sottoscrittori di un ordine di abbonamento annuale a QualEnergia.it PRO (anche in caso di rinnovo) a partire dal 7 agosto 2017 potranno usufruire di uno sconto del 20%, utilizzando uno specifico codice promozionale. Scopri come fare.

Aggiornamento (24 agosto, ore 9): ancora 8 abbonamenti scontati

Le tensioni USA-Russia sulla cyber sicurezza investono anche l’energia

Venerdì, 14 Luglio 2017
Redazione QualEnergia.it
Diverse centrali energetiche USa, tra cui l’impianto nucleare di Wolf Creek, sono state oggetto di attacchi informatici di origine sconosciuta. I sospetti dell’intelligence si concentrano su qualche gruppo di hacker legato a Mosca. Le intrusioni digitali sono un problema anche per reti e rinnovabili.

Dall’eolico allo storage, quali i “fari” verdi della transizione energetica

Lunedì, 22 Maggio 2017
Redazione QualEnergia.it
Sono poche le tecnologie in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dalla IEA per i prossimi decenni. Eolico, solare FV, sistemi di accumulo, auto elettrica, i settori con segnali di mercato positivi e più promettenti. Grandi incertezze altrove, partendo da carbone, nucleare e CCS.

Un super-ministro ecologista in Francia: la politica verde riuscirà a prevalere?

Giovedì, 18 Maggio 2017
Redazione QualEnergia.it
Nicolas Hulot, giornalista e attivista ambientale, è stato nominato da Emmanuel Macron nella squadra di governo. Guiderà il nuovo dicastero della Transizione ecologica. Vediamo chi è Hulot, perché è diventato così popolare e quali sono i problemi più urgenti che dovrà affrontare.

Macron-Le Pen, due idee diverse di transizione energetica per la Francia

Lunedì, 24 Aprile 2017
Redazione QualEnergia.it
Dal “patriottismo economico” del Front National alla visione più europeista del movimento En Marche!, le posizioni su energia e ambiente dei due candidati al ballottaggio delle presidenziali francesi In gioco la credibilità degli accordi di Parigi e il rafforzamento delle misure pro-rinnovabili.

Eurelectric decide lo stop a nuove centrali a carbone dal 2020

Giovedì, 6 Aprile 2017
Redazione QualEnergia.it
Sono sempre di più le utility che annunciano il loro disimpegno dalle fonti fossili e dal nucleare, aumentando gli investimenti nelle fonti rinnovabili. Dopo Vattenfall ecco i piani della francese Engie: uscita dall’atomo in Gran Bretagna e crescita del portafoglio eolico e solare.

Critica alla ragion fossile, e anche un po' nucleare

Martedì, 4 Aprile 2017
Gianni Silvestrini
ll presidente di Nomisma Energia considera “irrealistico e fantasioso” il programma energetico del M5S che punta alla decarbonizzazione dell’economia italiana e considera addirittura un ritorno al nucleare. Silvestrini: "sue esternazioni con gli occhi rivolti al passato". Invece va progettata una “Energiewende” italiana.