Fossili

Metanodotto Rete Adriatica, le criticità espresse dai parlamentari di Pd e M5S

Venerdì, 21 Giugno 2013
Redazione Qualenergia.it
Si tratta di un'opera imponente di Snam Rete Gas. Circa 690 km con un tracciato che attraverserebbe zone sismiche e di interesse comunitario. Alcuni deputati Pd chiedono un tavolo tecnico di confronto, altri del MoVimento 5 Stelle in collaborazione con il comitato NoTubo, hanno rivolto un'interrogazione ai Ministri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente.

Obama si gioca la faccia sul progetto dell'oleodotto Keystone

Giovedì, 20 Giugno 2013
Data Evento: 
17 Giugno 2013
Maurita Cardone
Contro la realizzazione del controverso oleodotto si schiera anche Al Gore. L'amministrazione Obama è davanti a un banco di prova e l'approvazione o meno della grande infrastruttura, che dovrebbe portare il petrolio 'sporco' verso il Golfo del Messico, sarà un segnale alla nazione e al mondo sulle sue politiche contro il global warming.

Enel replica a Greenpeace: "le nostre centrali sono a norma di legge"

Venerdì, 14 Giugno 2013
"Le attività di Enel sono sottoposte alle norme e ai controlli delle istituzioni locali, nazionali e internazionali e si svolgono nel pieno rispetto delle leggi che tutelano l'ambiente e la salute". E' la replica della nostra utility ai dati emersi nel report realizzato dall'Istituto di economia energetica dell'Università di Stoccarda, commissionato da Greenpeace.

Il mondo dell'energia e delle rinnovabili in un'infografica

Giovedì, 13 Giugno 2013
Quanta energia si consuma a livello mondiale? Per quali usi? Quali paesi ne consumano di più e da quali fonti viene? In una serie di pratiche infografiche The Energy Collective permette di farsi a colpo d'occhio un' idea del mondo dell'energia e delle rinnovabili.

Quanta energia si consuma a livello mondiale? Per quali usi? Quali paesi ne consumano di più e da quali fonti viene?

In una serie di pratiche infografiche The Energy Collective permette di farsi in un colpo d'occhio un'idea del mondo dell'energia e delle rinnovabili.

Fossili, il saccheggio del pianeta continua

Mercoledì, 12 Giugno 2013
Ugo Bardi
Divesi rapporti, Club di Roma, IEA e EIA, fanno il punto su quante risorse minerali, e combustibili fossili in particolare, restano all'umanità. Le posizioni sembrano distanti, ma, alla fine dei conti, stanno tutti dicendo la stessa cosa: il pianeta è stato ampiamente saccheggiato, anche se non del tutto. Vale la pena continua a bruciare fonti fossili? Un articolo di Ugo Bardi.

Il carbone, un pessimo affare: ogni anno in Ue oltre 22mila morti

Mercoledì, 12 Giugno 2013
Redazione Qualenergia.it
In Europa il carbone causa 22.300 morti all'anno (521 in Italia), costa miliardi di euro in cure sanitarie e giorni di lavoro persi. La nostra partecipata pubblica, Enel, da sola, 'sottrarrebbe' ogni anno 7.310 anni di vita e 155mila giorni di lavoro. Lo afferma uno studio dell'Università di Stoccarda, commissionato da Greenpeace.

Italia, Malta e Libia: prossimo contenzioso internazionale per trivellare il Mediterraneo?

Martedì, 11 Giugno 2013
Peppe Croce
C'è un rischio di un duro contenzioso internazionale per accaparrarsi aree marine offshore del Canale di Sicilia, di fronte alle coste siciliane e maltesi. Obiettivo è la corsa all'estrazione di petrolio e gas. Un decreto ministeriale dell'ex ministro Corrado Passera, a fine mandato, rischia di complicare questa contesa. Cosa ne dice il Ministero dello Sviluppo Economico?

Clima. IEA: agire subito per evitare il disastro e spendere meno

Martedì, 11 Giugno 2013
Redazione Qualenergia.it
Aspettare il 2020 ci porterà un catastrofico aumento di oltre 5 °C. Agire subito ci farebbe risparmiare, avverte la IEA, che propone una ricetta a costo netto nullo per stare sotto alla soglia dei 2 °C. Gli ingredienti? Efficienza energetica, meno carbone, dimezzamento delle emissioni di metano e taglio dei sussidi ai combustibili fossili.

La Cina prova a disintossicarsi dal carbone

Venerdì, 7 Giugno 2013
Redazione Qualenergia.it
In arrivo un piano per ridurre di quasi un terzo il consumo delle regioni industriali più importanti. Dopo le emergenze smog e i conti esorbitanti dei costi sanitari e ambientali, Pechino si sta accorgendo che il carbone sta soffocando il paese e si prendono provvedimenti. Ridurre la dipendenza non sarà facile. Si accelererà ancora sulle rinnovabili.

Trivelle, l'assedio delle coste siciliane di Eni ed Edison

Giovedì, 6 Giugno 2013
Una macchia oleosa si sta diffondendo in mare dalla raffineria di Gela, probabilmente proveniente dall’impianto Topping1. Per Giorgia Monti, responsabile della campagna mare di Greenpeace Italia, si tratta dell’ennesima dimostrazione che l’utilizzo del petrolio non è una pratica sicura.