Fossili

L’evoluzione del settore energetico e l’anacronistica ricerca della crescita

Lunedì, 6 Marzo 2017
Daniela Patrucco
Retenergie intervista il professore Ugo Bardi a tutto campo: nucleare francese, hub del gas italiano, diffusione delle rinnovabili, efficienza energetica e liberalizzazioni. La sua critica al mantra della politica e dei vari G7: “far ripartire la crescita”, senza considerare i limiti fisici del sistema.

Quegli "sporchi segreti" delle energie pulite

Giovedì, 2 Marzo 2017
Leonardo Berlen
L’Economist dedica la copertina del settimanale ad un aspetto critico per il mercato elettrico legato alla forte diffusione delle rinnovabili. Il punto è che l'analisi si basa su assunti parziali e tipici di una visione conservatrice del mercato dell'energia e dalla parte della grande produzione centralizzata.

In Cina meno carbone per tre anni di fila: il punto sulla transizione energetica

Giovedì, 2 Marzo 2017
Redazione QualEnergia.it
Il consumo della fonte fossile più “sporca” è diminuito del 4,7% nel 2016 rispetto all’anno precedente, secondo i dati statistici preliminari. Aumenta il peso delle tecnologie pulite, che però includono gas e nucleare. Emissioni di CO2 in leggero calo secondo le stime di Greenpeace.

ENI: tante esplorazioni fossili e rinnovabili ancora marginali. Il bilancio 2016

Mercoledì, 1 Marzo 2017
Redazione QualEnergia.it
L'azienda ha annunciato la trasformazione in consociata del retail Eni Gas & Power. Tra le diverse attività in fase di sviluppo, molte nuove riserve di petrolio e gas in tutto il globo, un po' di chimica verde e rinnovabili, tra cui 220 MW di fotovoltaico da sviluppare in Italia entro il 2022.

Energia, in Italia oltre 11 miliardi di euro di sussidi dannosi per l’ambiente

Martedì, 28 Febbraio 2017
Redazione QualEnergia.it
La stima è del ministero dell'Ambiente, che ha pubblicato la 1a edizione del catalogo con le misure fiscali che sostengono in vario modo la produzione e il consumo di combustibili fossili. Il passo iniziale per la riforma della tassazione ambientale suggerita dalla Commissione europea.

Revisione ETS, l'appello delle associazioni ambientaliste italiane a Galletti

Martedì, 28 Febbraio 2017
Redazione QualEnergia.it
Alla vigilia dell'odierna riunione dei Ministri dell’Ambiente UE a Bruxelles, da Greenpeace, Legambiente, WWF, Italian Climate Network, Coordinamento Free e Kyoto Club arriva un appello al Ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, per ribadire l'importanza di una profonda revisione dell'ETS.

Una fotografia sulle più grandi utility italiane

Lunedì, 27 Febbraio 2017
Le 100 più grandi utility italiane fatturano 108 miliardi di euro. Nel 2015 hanno prodotto ricavi pari al 6,6% del Pil, dando lavoro a circa 133.000 addetti; hanno prodotto il 50,3% dell'energia elettrica generata in Italia. Dal report "Top Utility Analysis" a cura di Althesys.

È stata presentata la scorsa settimana a Milano la quinta edizione del rapporto "Top Utility Analysis" (in basso la sintesi dello studio).

Trivelle, Greenpeace Italia, Legambiente e WWF scrivono a Governo e Regioni

Venerdì, 24 Febbraio 2017
Le tre associazioni ambientaliste chiedono conto al Governo delle politiche sulle attività di ricerca e coltivazione di idrocarburi e invitano che le Regioni avevano promosso il referendum di aprile, a confermare l’impegno sul tema della difesa dei mari italiani.

UE, consumi di energia ai livelli del '90 e fossili sempre più d'importazione

Martedì, 21 Febbraio 2017
Redazione QualEnergia.it
Il consumo di energia dell'Europa dopo la crisi si attesta ora sui livelli del 1990, emerge dalle nuove statistiche pubblicate da Eurostat. In 15 anni è scesa la quota di energia da fossili, mentre si dipende molto di più all'estero per gas, petrolio e carbone. Campionessa di decarbonizzazione la Danimarca.

Il petrolio e il gas russi ai tempi di Trump e del global warming

Martedì, 21 Febbraio 2017
Redazione QualEnergia.it
Il comparto dell'energia russo è ancora fortemente centrato sulle fonti fossili e sembra vedere nell'America di Donald Trump un'occasione per una maggiore collaborazione internazionale, volta più che altro a mantenere la tranquillità sul mercato del petrolio. Un'intervista all'ex ministro dell'energia russo, Igor Yusufov.