Fossili

Perché il gas non è un “ponte” nella transizione energetica

Giovedì, 22 Giugno 2017
Veronica Caciagli
Un nuovo report avverte che è necessaria una decarbonizzazione profonda, anche con l’eliminazione del gas che ha comunque emissioni molto elevate. Nuove e inutili infrastrutture per questa fonte, previste anche nella SEN, ci allontaneranno dalla rapida diffusione delle rinnovabili e dall’Accordo di Parigi.

I prezzi negativi nel mercato elettrico tedesco. E in Italia?

Martedì, 20 Giugno 2017
Alessandro Codegoni
Qual è stato in questi anni l'andamento dei prezzi negativi sul mercato elettrico tedesco? Cosa implica per un sistema un mix di tecnologie che lo renda più o meno flessibile? Quali effetti si potranno avere in Italia quando i prezzi negativi verranno adottati anche da noi? Ne parliamo con un'analista del settore.

Gli accumuli saranno utili pure per la generazione da fonti fossili?

Lunedì, 19 Giugno 2017
Alessandro Codegoni
Uno studio statunitense spiega come un’ampia diffusione dello storage elettrico, con un conseguente calo dei suoi costi, potrebbe anche costituire un ostacolo per un sistema elettrico basato sulle energie rinnovabili, rendendo più competitive le fonti fossili grazie ad un risparmio di combustibile.

Francia-Germania, prove di dialogo per una carbon tax europea?

Martedì, 13 Giugno 2017
Redazione QualEnergia.it
Secondo alcune fonti bene informate, citate da Bloomberg, Macron starebbe cercando di convincere Angela Merkel a ripresentare una tassa sulla CO2 con un prezzo minimo di 30 €/ton. Il piano servirebbe a superare gli attuali limiti del mercato ETS e velocizzare l’abbandono dei fossili.

Rinnovabili senza fossili e nucleare: oltre il mito del baseload convenzionale

Giovedì, 8 Giugno 2017
Redazione QualEnergia.it
Il nuovo rapporto di REN21 si concentra sulla transizione energetica per sfatare il mito della potenza “baseload” delle fonti tradizionali. È possibile integrare quote crescenti di tecnologie pulite nei sistemi elettrici, dirottando investimenti su batterie, generazione distribuita, colonnine di ricarica intelligenti.

Luci e ombre della SEN secondo alcuni scienziati italiani

Mercoledì, 7 Giugno 2017
La SEN è un programma complesso che dovrebbe essere affrontato congiuntamente da cinque prospettive diverse: scientifica, economica, sociale, ambientale e culturale. Pubblichiamo un documento del Gruppo di scienziati di Bologna (energiaperlitalia.it), coordinato dal prof. Vincenzo Balzani.
Immagine Banner: 

IEA: "le attuali politiche pro-rinnovabili non sono efficaci per obiettivo 2 gradi"

Mercoledì, 7 Giugno 2017
Redazione QualEnergia.it
B2DS è l’acronimo che riassume le ultime proiezioni dell’agenzia internazionale sul futuro mix di fonti energetiche. Rinnovabili al centro, elettrificazione spinta nei trasporti, misure di efficienza, ma anche spazio al nucleare e alle tecnologie per la “cattura” della CO2. Le policy sono da rafforzare.

Dal carbone al solare, tutti i vantaggi di una transizione pulita

Martedì, 6 Giugno 2017
Redazione QualEnergia.it
Uno studio Usa prova a stimare i benefici economici e sanitari dell’ipotetica sostituzione di tutte le centrali a carbone americane con 755 GW di fotovoltaico. Quanto costerebbe? Quante vite umane si potrebbero salvare? Spunti e riflessioni in tema di esternalità negative, carbon pricing e infrastrutture obsolete.

Mercati petroliferi, quali scenari con i nuovi tagli alla produzione?

Venerdì, 26 Maggio 2017
Redazione QualEnergia.it
Tante le variabili in gioco nello scacchiere internazionale dell’oro nero: da una parte la politica difensiva perseguita dall’accordo trasversale con Arabia Saudita e Russia in testa, dall’altra la ripresa dell'estrazione dai giacimenti non convenzionali negli Stati Uniti. Vediamo come potrebbero evolvere i prezzi.

La mannaia di Trump sui fondi per rinnovabili e ambiente

Venerdì, 26 Maggio 2017
Redazione QualEnergia.it
L’amministrazione repubblicana ha proposto un budget per l’anno fiscale 2018 che prevede riduzioni generalizzate per le tecnologie pulite. Colpita soprattutto l’Environmental Protection Agency con il 31% di fondi in meno rispetto al passato. In forse anche le attività di ricerca e sviluppo di diversi uffici e laboratori.