Energia

No ad un decreto sulla SEN. FREE si appella a Napolitano

Lunedì, 11 Marzo 2013
Clini e Passera hanno firmato il decreto interministeriale che chiude la procedura sulla Strategia Energetica Nazionale. Il Coordinamento delle Associazioni delle Fonti Rinnovabili e dell’Efficienza Energetica chiede al Presidente della Repubblica di intervenire per porre rimedio a questo atto "scorretto" da parte dei ministri del Governo Monti.

Un nuovo protagonismo delle Regioni per uscire dallo stallo

Lunedì, 11 Marzo 2013
Massimo Scalia
Potrà un Governo uscito da queste elezioni avere la forza e il tempo per varare una strategia energetica che cancelli la SEN di Monti? L’obiettivo è di 'rottamare' i combustibili fossili e individuare e realizzare strumenti concreti per una vera politica industriale per le rinnovabili e il risparmio energetico. L'opinione di Massimo Scalia.

Strategia Energetica Nazionale, il colpo di coda o di mano del governo Monti

Sabato, 9 Marzo 2013
Redazione Qualenergia.it
La Strategia Energetica Nazionale avrà la forma di un decreto interministeriale tra ministero dello Sviluppo economico e dell'Ambiente, ma per le associazioni ambientaliste è un colpo di mano, un atto illegittimo adottato da un governo in carica solo per gli affari correnti su una materia di programmazione strategica che non è di ordinaria amministrazione.

Città della Scienza, ricostruirla per il riscatto del Sud

Venerdì, 8 Marzo 2013
Redazione Qualenergia.it
Un fatto gravissimo quello dell’incendio della Città di Scienza di Napoli. Un gioiello che indicava come fosse possibile, anche in una terra difficile, coinvolgere i giovani sulle tematiche ambientali. La ricostruzione della Città della Scienza di Napoli deve essere la scintilla per un riscatto di tutto il meridione. Silvestrini ad Ecoradio. Ascolta podcast.

Tecnologie smart grid, investimenti in crescita

Venerdì, 8 Marzo 2013
Redazione Qualenergia.it
Sistemi di accumulo, contatori intelligenti, sistemi di gestione: crescono gli investimenti nelle tecnologie per la rete intelligente, capace di gestire in maniera efficiente l'energia da fonti distribuite e non programmabili. Nel 2012 sono aumentati del 7% arrivando a quasi 14 miliardi di $. In Cina una crescita del 14%, in Europa del 27%.

Fotovoltaico in Italia: la produzione si è moltiplicata per 100 in quattro anni

Giovedì, 7 Marzo 2013
Redazione Qualenergia.it
Nell'anno appena concluso il fotovoltaico ha prodotto in Italia 18.800 GWh di elettricità, oltre 8mila GWh in più che nel 2011 e 100 volte rispetto al 2008. Anche eolico e biomasse mostrano incrementi impressionanti. Le fonti rinnovabili sono ora al 27% del consumo consumo interno lordo elettrico; erano al 16% quattro anni fa.

Il fotovoltaico 'senza incentivi' sarà un boom e farà molto male alle utility

Mercoledì, 6 Marzo 2013
Redazione Qualenergia.it
In Italia, Germania e Spagna nei prossimi anni esploderà il mercato del fotovoltaico 'senza incentivi'. Anche grazie alla diffusione dei sistemi di accumulo verrà tagliata decisamente la domanda di elettricità dalla rete e per le utility saranno dolori e margini di profitto ridotti fiino al 50 per cento. Lo prevede uno studio della società di consulenza Ubs.

Consumi elettrici, andamento di lenta decrescita

Mercoledì, 6 Marzo 2013
Redazione Qualenergia.it
Anche a febbraio, secondo i dati di Terna, i consumi di elettricità continuano nel loro trend di lenta decrescita. La domanda è diminuita rispetto allo stesso mese 2012 dell’8,1%. Cresce solo la produzione da idroelettrico, eolico e fotovoltaico. La produzione termoelettrica rispetto al febbraio 2012 è crollata di quasi il 30%.

Napoli senza Scienza

Martedì, 5 Marzo 2013
Sergio Ferraris
Questa notte a Napoli in un incendio è andata distrutta una delle iniziative migliori dal dopoguerra a oggi in tema di cultura scientifica: la Città della Scienza. Abbiamo chiesto a Walter Ganapini, che ne è stato uno dei principali animatori, cosa ha significato per Napoli questa struttura. "É un atto sicuramente doloso e di matrice camorristica. L'equivalente di Via dei Georgofili, in salsa casalese", ci ha detto Ganapini.

La Shell ci prova ancora ... a fare l'azienda green

Lunedì, 4 Marzo 2013
Redazione Qualenergia.it
Il fotovoltaico sarà la principale fonte energetica dell'umanità entro fine secolo e al 2060 coprirà il 40% del fabbisogno elettrico. A dirlo è un gigante del petrolio come Shell. Ma a leggere gli scenari della multinazionale si tratterebbe del solito compromesso tra perseguire la riduzione delle emissioni e conservare i propri interessi 'fossili'.