Energia

Per uscire dalla crisi il Pil deve essere verde

Lunedì, 31 Dicembre 2012
Gianni Silvestrini
Il Pil del nostro paese è in calo e forse non tornerà ai valori pre-crisi del 2007 prima del 2020. Ma uscire dalla crisi presuppone un'accelerazione delle politiche industriali verdi e un riorientamento dello sviluppo dell'economia in tutti i settori. L'editoriale di Gianni Silvestrini pubblicato nell'ultimo numero della rivista bimestrale QualEnergia.

Rinnovabili, prezzi futuri del gas e paradossi energetici

Venerdì, 28 Dicembre 2012
G.B. Zorzoli
Il mercato elettrico sarà dominato da gas e rinnovabili, ma con non poche incertezze. In uno scenario con prezzi del gas in diminuzione, il paradosso è che, anche con l'aumento del numero degli impianti rinnovabili, questi potrebbero essere meno competitivi, perché renderebbero il gas sempre più a buon mercato. Un articolo di G.B. Zorzoli.

Consumi di petrolio in Italia: come quelli dei primi anni '60

Venerdì, 21 Dicembre 2012
Redazione Qualenergia.it
La domanda di petriolio è crollata dell’11,4% rispetto al 2011; in 12 anni un terzo in meno. La domanda di carburanti, benzina e gasolio è diminuita del 10%. Nonostante la caduta dei consumi, il gettito fiscale dell’anno è stato da record: quasi 42 miliardi di €. In calo del 4,3% la domanda di tutta l'energia. I dati dell'Unione Petrolifera.

La IEA vede il futuro nero ... carbone

Venerdì, 21 Dicembre 2012
Redazione Qualenergia.it
L'ultimo "Medium-Term Coal Market Report" della International Energy Agency prevede una crescita continua del carbone nel mix energetico mondiale per i prossimi 5 anni. Al 2017 potrebbe diventare la fonte più importante. Uno scenario insostenibile che ci porterebbe a circa 3,6 miliardi di tonnellate di emissioni di CO2 in più.

Linee guida per gestione energia e ambiente nelle banche. Il prossimo webinar Kyoto Club

Martedì, 18 Dicembre 2012
La prossima "Goccia" di Kyoto Club intende presentare le principali attività svolte dalle banche per la riduzione dei consumi energetici e dell'impatto ambientale derivante dalle proprie attività. A cura di Romano Stasi, ingegnere e segretario generale di ABI Lab, sarà trasmessa domani gratuitamente in streaming.

Mercoledì 19 dicembre alle ore 17,30 sarà presentata la "Goccia di sostenibilità" di Kyoto Club: "Le linee guida ABI Lab per la gestione dell'energia e dell'ambiente nelle banche". L'intervento sarà a cura di Romano Stasi, ingegnere, segretario generale del Consorzio ABI Lab.

L'Eni tra oscuri legami e interessi poco nazionali

Martedì, 18 Dicembre 2012
Leonardo Berlen
La trasmissione Report su Eni ha aperto numerosi interrogativi sulla nostra azienda energetica: una politica industriale poco razionale e scelte a dir poco opache, interessi privati sullo sfondo e controllo della stampa. Con queste premesse, davanti al colosso Eni, possiamo pensare a una vera politica per la transizione energetica?

Le tante incognite dello shale gas britannico

Martedì, 18 Dicembre 2012
Redazione Qualenergia.it
La Gran Bretagna ha deciso di proseguire sulla controversa strada del gas da scisti, nella speranza che questa fonte possa contribuire ad alleviare i problemi di sicurezza energetica del Paese e funga da ponte verso la decarbonizzazione. Ma il potenziale è incerto e le controindicazioni per ambiente e clima sono troppe.

Trasformazione del sistema energetico e prossimo Governo

Lunedì, 17 Dicembre 2012
Gianni Silvestrini
Il prossimo Governo dovrà gestire profonde trasformazioni nel settore dell'energia. Le ricette del passato non basteranno, ma potranno anzi essere controproducenti. Ripensare la politica industriale e puntare sull'innovazione. Va avviato un grande programma di riqualificazione energetica dell'edilizia. L'editoriale di Gianni Silvestrini.

Spagna, rinnovabili al 50% e l'elettricità costa quasi la metà

Lunedì, 17 Dicembre 2012
Giulio Meneghello
In Spagna venerdì 14 le rinnovabili hanno coperto il 50,6% del fabbisogno elettrico, grazie all'apporto dell'eolico che ha fornito più del 40% dell'elettricità del Paese. Senza problemi di rete e con un marcato effetto di riduzione dei prezzi del MWh alla Borsa elettrica: in media è costato 40 € in meno rispetto ai giorni con le rinnovabili al 20%.

L'Italia verde che può farci uscire dalla crisi

Venerdì, 14 Dicembre 2012
L'Italia della green economy è viva anche se messa a dura prova dall'incertezza normativa: vi è impegnata il 2,12% della forza lavoro contro la media europea dell’1,53%. Le rinnovabili da sole danno lavoro a 108.150 persone, le detrazioni fiscali per l'efficienza energetica hanno salvato 40mila posti di lavoro. Il rapporto ENEA sulla green economy italiana.