Energia

Mercato elettrico nazionale, il paradigma che sta cambiando

Mercoledì, 15 Maggio 2013
Sergio Ferraris
I nuovi dati di Terna confermano che il panorama elettrico italiano sta mutando profondamente soprattutto per la penetrazione delle rinnovabili che nel 2012 hanno prodotto quasi 90 TWh. Con il conseguente drastico calo di funzionamento dei cicli combinati si preannuncia una guerra sempre più aperta tra rinnovabili e produzione convenzionale e centralizzata.

Quei numeri del FV che significano risparmio per il paese

Martedì, 14 Maggio 2013
Giovanni Simoni
A quanto ammonta il risparmio del gas importato a fronte di una determinata potenza FV e alla luce del costo annuo degli incentivi? Un'analisi economica dimostra la convenienza degli investimenti e della spesa in incentivi fatti finora e per quelli futuri. Un articolo di Giovanni Simoni, presidente Assosolare, pubblicato sulla rivista QualEnergia.

Preoccupazione per le scelte del governo in campo energetico

Martedì, 14 Maggio 2013
Mario Agostinelli
I dubbi sul Governo Letta e sul pericolo che un esecutivo con scarsa autonomia politica possa subire la pressione di lobby negazioniste nei confronti del cambiamento climatico. Si aggiunga l’adesione di parte dell'esecutivo ad organizzazioni poco trasparenti, orientate ad un modello energetico basato su grandi opere e fossili. Un commento di Mario Agostinelli.

Il piano della Provincia di Trento: 44% di rinnovabili al 2020

Martedì, 14 Maggio 2013
Redazione Qualenergia.it
Fino al 44,2% di energia rinnovabile sui consumi finali lordi al 2020, ben oltre i compiti assegnati con il Burden Sharing. Il nuovo Piano energetico-ambientale della Provincia autonoma di Trento conferma la serietà con cui da quelle parti si sta affrontando la questione clima-energia.

La rivoluzione delle rinnovabili e quella (sedicente) dello shale gas

Venerdì, 10 Maggio 2013
Giulio Meneghello
Come cambierà il mondo dell'energia? Le rinnovabili sono il futuro: la strada è segnata grazie alla costante riduzione dei prezzi, dicono le previsioni IEA. Intanto negli Usa è in corso un'altra piccola rivoluzione, quella dello shale gas. Questo gas a basso prezzo, dalla sostenibilità dubbia, potrebbe convivere bene con fotovoltaico ed eolico?

Ad aprile in Italia il fotovoltaico sfiora il 10% della produzione totale

Mercoledì, 8 Maggio 2013
Redazione Qualenergia.it
In Italia nel mese di aprile tutte le rinnovabili hanno contribuito per il 40,2% alla produzione netta totale e coperto il 35,6% del fabbisogno elettrico. La domanda cala ancora e così la produzione termoelettrica. Nel periodo gennaio-aprile 2013 il termoelettrico registra una calo della produzione del 13,7% rispetto allo stesso periodo del 2012. I dati mensili di Terna.

Fonti rinnovabili e sistemi di accumulo, tra necessità e ostacoli

Lunedì, 6 Maggio 2013
Giulio Meneghello
Gli accumuli diventano sempre più necessari per garantire sicurezza ed efficienza del sistema elettrico, ma incontrano diversi ostacoli, soprattutto di natura economica. Ne parliamo con Luigi Mazzocchi di RSE, chairman del convegno “Lo storage di elettricità e l'integrazione delle rinnovabili nel sistema elettrico” che si terrà l'8 maggio a The Innovation Cloud a Milano.

Le evasive risposte di Enel agli azionisti anti-carbone

Venerdì, 3 Maggio 2013
Redazione Qualenergia.it
All'ultima Assemblea degli azionisti sono state poste domande molto puntuali sugli investimenti di Enel nelle centrali a carbone. Riportiamo le risposte dell'azienda, a dire il vero piuttosto reticenti. “Tutto è a norma di legge”, si limita a rispondere Enel di fronte ad obiezioni sui danni ambientali e sanitari che causa il carbone. La replica di Greenpeace.

Le sfide della svolta energetica in Germania

Giovedì, 2 Maggio 2013
Karl-Ludwig Schibel
Intervista, a cura di Karl-Ludwig Schibel, al direttore dell'Agenzia Energetica Tedesca (Dena), Stephan Kohler, sulla svolta energetica in Germania e sui parallelismi con l'Italia. Kohler sarà a Roma per la consegna dei Premi per i Piani d'Azione per l'Energia Sostenibile di Eccellenza 2013 presso il GSE il prossimo 24 maggio.

L'Enel sporca che non piace agli azionisti critici

Giovedì, 2 Maggio 2013
Redazione Qualenergia.it
Mentre il mondo va verso le rinnovabili la nostra partecipata pubblica, Enel, vede le fonti pulite come una minaccia e punta ancora sul carbone. Una scelta miope che porta danni a salute, clima, ambiente e probabilmente anche perdite economiche, denunciano gli azionisti critici dell'azienda che sono intervenuti all'Assemblea.