Energia

Le sfide della svolta energetica in Germania

Giovedì, 2 Maggio 2013
Karl-Ludwig Schibel
Intervista, a cura di Karl-Ludwig Schibel, al direttore dell'Agenzia Energetica Tedesca (Dena), Stephan Kohler, sulla svolta energetica in Germania e sui parallelismi con l'Italia. Kohler sarà a Roma per la consegna dei Premi per i Piani d'Azione per l'Energia Sostenibile di Eccellenza 2013 presso il GSE il prossimo 24 maggio.

L'Enel sporca che non piace agli azionisti critici

Giovedì, 2 Maggio 2013
Redazione Qualenergia.it
Mentre il mondo va verso le rinnovabili la nostra partecipata pubblica, Enel, vede le fonti pulite come una minaccia e punta ancora sul carbone. Una scelta miope che porta danni a salute, clima, ambiente e probabilmente anche perdite economiche, denunciano gli azionisti critici dell'azienda che sono intervenuti all'Assemblea.

Rinnovabili, tutti quei benefici economici se solo si guardasse al 2030

Martedì, 30 Aprile 2013
Redazione Qualenergia.it
Con un obiettivo europeo forte al 2030 per le rinnovabili si possono ottenere diversi vantaggi economici: 4,4 milioni di posti di lavoro, quasi mezzo punto percentuale di Pil aggiuntivo e un risparmio di circa 370 miliardi di euro sull'importazione dei combustibili fossili. Un report dell'European Renewable Energy Council che è una risposta al Libro Verde della Commissione.

La green economy entra nel discorso di Enrico Letta

Lunedì, 29 Aprile 2013
Redazione Qualenergia.it
Spingere ricerca e sviluppo con un programma pluriennale finanziato da project bond, semplificare le procedure autorizzative, integrare le rinnovabili con incentivi su un orizzonte di medio-lungo periodo. Il neo premier Enrico Letta nel suo discorso di oggi alla Camera ha parlato anche di energia pulita.

Idee e ricette sull'energia per il Governo Letta

Lunedì, 29 Aprile 2013
Gianni Silvestrini
La tematica energetica è una delle più delicate che il nuovo Governo dovrà affrontare. L'azione dovrà essere orientata a un rilancio dell’occupazione, dare respiro alle imprese, ridurre le bollette dei cittadini, limitare l’import: ristrutturazione del sistema elettrico in overcapacity, regole per FV e rinnovabili elettriche, sviluppo delle termiche e dell'efficienza energetica, soprattutto in edilizia. L'editoriale di Gianni Silvestrini.

Sistema elettrico mondiale, scenari di cambiamento

Venerdì, 26 Aprile 2013
Redazione Qualenergia.it
La quota di rinnovabili sulla nuova potenza elettrica installata nel mondo al 2030 sarà forse del 70%, come stima uno studio di Bloomberg New Energy Finance. Questo cambiamento del sistema energetico potrebbe far ridurre la concentrazione dei gas serra già nel prossimo decennio. Gianni Silvestrini a Ecoradio. Ascolta il podcast.

Smart grid, a che punto siamo in Europa?

Mercoledì, 24 Aprile 2013
Redazione Qualenergia.it
In un report del Joint Research Center della Commissione un quadro esaustivo e aggiornato dei progetti di rete intelligente avviati a livello europeo. Un settore strategico in cui sarà fondamentale il ruolo del pubblico. Italia leader nei contatori intelligenti, ma è la Danimarca il paese con maggiori investimenti in smart grid per kWh consumato.

Scenario 2030, ecco come sterzerà verso le rinnovabili

Martedì, 23 Aprile 2013
Redazione Qualenergia.it
Il 70% della nuova potenza installata da qui al 2030 verrà dalle fonti pulite, prevede uno studio di Bloomberg New Energy Finance. Gli investimenti annuali in energia verde moltiplicati per un fattore compreso tra 2,5 e 4,5. A spingere la crescita sarà il calo dei costi e la maggiore competitività con le fonti convenzionali.

Il Libro verde Ue che preoccupa le rinnovabili ora è in consultazione

Lunedì, 22 Aprile 2013
Il ministero dello Sviluppo Economico ha aperto ufficialmente la consultazione pubblica sul Libro verde, il documento che disegna il quadro al 2030 delle politiche energetiche e climatiche dell'Unione europa. Un documento che contiene in embrione una possibile retromarcia negli impegni su clima ed energia.

Bolla del carbonio, crisi finanziaria ed economia mondiale a rischio

Lunedì, 22 Aprile 2013
Gianni Silvestrini
Oggi si celebra la Giornata della Terra. Dopo 43 anni dalla sua istituzione serve una profonda riflessione. La concentrazione di CO2 in atmosfera accelera ad un ritmo notevolissimo, ma l'industria dei combustibili fossili si prepara ad investimenti incompatibili con la crisi climatica, una corsa suicida che rischia di provocare anche un tracollo della finanza mondiale.