Clima

Emissioni CO2, Bruxelles contro le “scappatoie” dei singoli Stati

Lunedì, 27 Marzo 2017
Redazione QualEnergia.it
In Europa si discute su come regolare le emissioni di anidride carbonica dei settori non-ETS per il periodo 2021-2030. Una delle incognite maggiori riguarda l’inserimento dei dati sull’utilizzo dei suoli e la gestione delle foreste, che in questi anni sono stati "manipolati" dai singoli paesi.

Dakota Pipeline, "Intesa Sanpaolo non finanzi l'oleodotto di Trump". La petizione

Lunedì, 27 Marzo 2017
Tra gli alleati di Trump e dell’industria del petrolio nel contestatissimo investimento potrebbe esserci anche la maggiore banca del nostro Paese. Una petizione lanciata da Greenpeace per convincere Intesa Sanpaolo a non procedere.

Tra i molti controversi provvedimenti per incentivare le fonti fossili presi di recente da Donald Trump, c'è anche il via libera definitivo alla costruzione della "Dakota pipeline", l'oleodotto che attraversa un'area sacra per i nativi indiani Sioux .

Per il carbone è la fine del boom: dati e previsioni

Mercoledì, 22 Marzo 2017
Redazione QualEnergia.it
Oltre 600 GW di progetti sospesi in tutto il mondo, soprattutto in Cina e India, dove i rispettivi governi stanno puntando sempre di più sulle rinnovabili. Dopo un decennio in costante crescita, la fonte fossile più “sporca” sembra entrata in una fase di declino. I numeri in un nuovo rapporto presentato da Greenpeace, Sierra Club e CoalSwarm.

Più posti di lavoro e PIL in crescita nello scenario “accelerato” delle rinnovabili

Mercoledì, 22 Marzo 2017
Redazione QualEnergia.it
Un nuovo rapporto illustra il possibile sviluppo della transizione dalle fossili alle rinnovabili da qui al 2050: tecnologie pulite al 65% del mix energetico, 29mila miliardi di $ di investimenti aggiuntivi, più impulso all'efficienza e 66% di probabilità di contenere la temperatura entro i 2 gradi.

Inquinamento: in Italia va meglio anche grazie alle rinnovabili, ma la strada è ancora lunga

Lunedì, 20 Marzo 2017
In Italia, dal 1990 ad oggi sono diminuite complessivamente le emissioni dei cinque principali inquinanti identificati dall’Unione europea come i più dannosi per la salute e gli ecosistemi naturali. Ma siamo ancora lontani dal raggiungimento dei limiti previsti dall'UE per il 2030, Uno studio ENEA.

Una carbon tax per accelerare la transizione energetica

Mercoledì, 8 Marzo 2017
Gianni Silvestrini
Negli Usa e in Germania si propone una tassa sul carbonio. In Svezia già esiste. Grandi imprese la utilizzano per indirizzare i propri investimenti. In Italia una voce contro sul Corsera. Il Kyoto Club ha avanzato una proposta per l’Italia. A quanto dovrebbe ammontare e come utilizzarla? Una nota di Gianni Silvestrini.

Carbon pricing, sei modi per utilizzare al meglio i ricavi della CO2

Lunedì, 6 Marzo 2017
Redazione QualEnergia.it
Riformare la fiscalità ambientale, eliminando i sussidi ai combustibili fossili e introducendo misure per incrementare il prezzo del carbonio, è indispensabile per accelerare la transizione energetica verso le fonti rinnovabili. Ecco alcuni esempi e consigli da un documento della Banca Mondiale.

Clima, studio: in Italia 33 aree costiere rischiano di finire sott'acqua

Venerdì, 3 Marzo 2017
Redazione QualEnergia.it
Costa adriatica settentrionale, Fiumicino, Catania tra le zone a rischio. Una ricerca sulle variazioni del livello del Mediterraneo coordinata dall’ENEA dimostra come le previsioni al 2100 dell’IPCC, che a livello mondiale prevedono un innalzamento tra i 60 e i 95 cm, rappresentino un’evidente accelerazione dell’innalzamento del livello dei mari, dovuta principalmente al cambiamento climatico.

Mercato della CO2 ETS: cosa prevede l’intesa raggiunta dai ministri UE

Mercoledì, 1 Marzo 2017
Redazione QualEnergia.it
I ministri dell’ambiente del Consiglio europeo hanno votato il compromesso per riformare il sistema ETS in difficoltà. Possono partire i negoziati trilaterali con il Parlamento e la Commissione. L’obiettivo è rendere più efficiente il mercato del carbonio, riducendo il surplus di quote annuali.

Il petrolio e il gas russi ai tempi di Trump e del global warming

Martedì, 21 Febbraio 2017
Redazione QualEnergia.it
Il comparto dell'energia russo è ancora fortemente centrato sulle fonti fossili e sembra vedere nell'America di Donald Trump un'occasione per una maggiore collaborazione internazionale, volta più che altro a mantenere la tranquillità sul mercato del petrolio. Un'intervista all'ex ministro dell'energia russo, Igor Yusufov.