Clima

Green Climate Fund: per Trump i finanziamenti dovrebbero andare al carbone

Martedì, 18 Luglio 2017
Veronica Caciagli
Una fonte interna alla Casa Bianca ha rivelato che il presidenta Usa Donald Trump intenderebbe spingere verso l’utilizzo del fondo per il clima, destinato ad azioni di taglio delle emissioni e adattamento ai cambiamenti climatici, per finanziare nuovi centrali a carbone nei Pvs.

Petrolio nell'Artico: via libera USA alla richiesta Eni di trivellare nuovi pozzi offshore

Lunedì, 17 Luglio 2017
Redazione QualEnergia.it
Semaforo verde dal governo americano al colosso energetico italiano, che estenderà l’esplorazione oil&gas in Alaska, in una concessione in scadenza a fine anno. Ad aprile Trump aveva firmato un ordine esecutivo per eliminare le restrizioni volute da Obama sull'offshore.

Verso un asse franco-tedesco su CO2 e rinnovabili?

Venerdì, 14 Luglio 2017
Redazione QualEnergia.it
Le due potenze hanno preso accordi per avviare aste condivise sulle rinnovabili. Agire insieme per imporre un prezzo congruo alla CO2 nell'ambito dell'ETS. Naufraga invece “l'Airbus dell'energia” che avrebbe potuto concretizzarsi con l'alleanza RWE-Engie, bocciata dal Governo di Parigi.

Global warming, le 4 azioni individuali più efficaci per rallentarlo

Mercoledì, 12 Luglio 2017
Redazione QualEnergia.it
Uno studio pubblicato su Environmental Research Letters ha individuato i 4 comportamenti individuali più efficaci per ridurre le emissioni pro-capite. Azioni spesso trascurate nelle campagne informative, ma fondamentali per fermare l'innalzamento della temperatura globale.

Messaggio ai G20: "non ha più senso investire ancora in fossili o nucleare"

Mercoledì, 12 Luglio 2017
Redazione QualEnergia.it
Già dal 2015 le rinnovabili producono a costi inferiori rispetto alle fonti tradizionali in molte aree dei Paesi G20. Entro il 2030 le fonti convenzionali saranno più costose ovunque e dal 2020 nella maggior parte delle 20 potenze. Un report mostra perché non ha senso puntare ancora su fossili e nucleare.

Dalle terre rare alle supergrid, come le rinnovabili cambieranno la geopolitica

Lunedì, 10 Luglio 2017
Redazione QualEnergia.it
Uno studio Harvard-Columbia, partendo da diversi scenari elaborati dalle agenzie internazionali, cerca di capire la probabile evoluzione delle relazioni tra governi, istituzioni e utility, sulla scia degli impatti causati dallo sviluppo crescente delle rinnovabili a scapito dei combustibili fossili.

Dalla Francia all’Italia, quanto investono i paesi europei per il clima

Venerdì, 7 Luglio 2017
Redazione QualEnergia.it
La maggior parte delle nazioni è in ritardo nel definire piani e strategie di finanza verde, nonostante gli accordi sottoscritti a Parigi. La Francia ha appena annunciato il suo programma climatico al 2040-2050 con misure concrete per i prossimi 5 anni. L’Italia prima in classifica nell’indice di Germanwatch.

L'energia in Italia: le criticità in un indice su sicurezza, prezzi e andamento della CO2

Giovedì, 6 Luglio 2017
Redazione QualEnergia.it
Nell'Analisi Trimestrale Enea si delinea uno scenario piuttosto complesso attraverso l'indice ISPRED che misura la transizione del sistema energetico nazionale sulla base di sicurezza, prezzi e andamento della CO2. Nel primo trimestre 2017 è in calo del 9,5% rispetto ad un anno prima.

Per i G20 il tempo è scaduto, misure immediate e ambiziose per rinnovabili e clima

Lunedì, 3 Luglio 2017
Alessandro Codegoni
Questo non solo è il momento giusto per investire in rinnovabili e nella decarbonizzazione dei sistemi energetici, ma anche non rinviabile perché siamo ancora dentro una “finestra” di tempo, peraltro molto ristretta, per evitare il collasso climatico. Due interessanti articoli lanciano un avvertimento ai paesi del G20.

“Disinvestire dall'ENI”, l'appello dei Verdi Europei

Lunedì, 3 Luglio 2017
Redazione QualEnergia.it
La partecipata pubblica italiana - si denuncia - non solo sta espandendo un modello di business che danneggia il clima, ma rischia anche di rovinare i suoi stessi investitori, in quanto il tempo di bruciare e vendere petrolio senza alcun ostacolo scadrà non appena l’Accordo sul clima di Parigi sarà completamente attuato.