Clima

Da Trump all’Italia, quel G7 Energia che non convince

Martedì, 11 Aprile 2017
Redazione QualEnergia.it
Il vertice delle sette Nazioni più ricche e industrializzate del mondo a Roma è terminato senza una dichiarazione congiunta sui cambiamenti climatici, perché gli Stati Uniti si sono smarcati. Pure la posizione italiana rimane sfumata tra “ossessione” del gas e sviluppo delle fonti rinnovabili. Vediamo perché.

G7 energia, Greenpeace incontra Calenda: "prendiamo sul serio i cambiamenti climatici"

Lunedì, 10 Aprile 2017
All’apertura dell’ultimo giorno di lavori del G7 energia, attivisti di Greenpeace sono entrati in azione a Roma consegnando ai ministri delle sette grandi potenze mondiali un gigantesco termometro, simbolo della temperatura del Pianeta che continua a salire.

Economia circolare e inadeguatezza degli attuali strumenti per l’analisi dell’energia

Giovedì, 6 Aprile 2017
Giuseppe Tomassetti
Oggi si parla di necessità e delle potenzialità di una “economia circolare” di tutte le risorse, compresa anche l’energia. Ma nella realtà questa nuova e complessa sfida manca di strumenti quantitativi e qualitativi e se ci sono sono spesso superati. Un articolo di Giuseppe Tomassetti di FIRE.

Italia hub del gas o laboratorio di economia verde?

Mercoledì, 5 Aprile 2017
Annalisa Corrado
La futura SEN sembra proprio non rispondere allo spirito della Cop21: ritenere che l’Italia debba trovare un ruolo internazionale diventando un “hub del gas” e trattare le rinnovabili e l’efficienza energetica ancora come un “lusso”, senza considerare i sussidi alle fonti fossili, non è una strategia lungimirante.

Mercato ETS: il danno della troppa CO2 regalata alle industrie. Come rimediare?

Martedì, 4 Aprile 2017
Redazione QualEnergia.it
Altri dubbi circondano il corretto funzionamento del mercato europeo delle emissioni: la sovrabbondanza di quote gratuite di CO2 ha permesso a molte imprese, anche italiane, di realizzare extra profitti. L’interrogazione di un senatore M5S prova a fare luce sulla vicenda.

Come dimezzare le emissioni di CO2 ogni dieci anni con una “carbon law”

Lunedì, 3 Aprile 2017
Redazione QualEnergia.it
Sull’esempio della teoria informatica di Moore, la legge sul carbonio prevede di azzerare le emissioni di CO2 entro il 2050, raddoppiando ogni 5-7 anni la quota di rinnovabili nel mix energetico. L’idea include un sistema mondiale di carbon pricing. La proposta di un gruppo di ricercatori.

Su clima e rinnovabili la Cina ammonisce Trump

Venerdì, 31 Marzo 2017
Redazione QualEnergia.it
L’ambasciatore cinese all’ONU rimarca la volontà di Pechino di cooperare a livello internazionale per dare seguito agli accordi di Parigi. Il suo ultimo discorso sullo sviluppo eco-sostenibile e i cambiamenti climatici segna uno stacco molto netto rispetto alle affermazioni di Donald Trump.

Salute e ambiente, le esternalità delle fossili e i benefici delle rinnovabili

Venerdì, 31 Marzo 2017
Redazione QualEnergia.it
Un gruppo di ricercatori ha provato a calcolare costi e benefici delle diverse fonti di produzione elettrica considerando l’intero ciclo di vita e le esternalità negative. Tecnologie pulite in netto vantaggio sulle fonti fossili, ma per le biomasse c’è qualche punto critico.

Ispra: per emissioni elettrico meglio rinnovabili che efficienza

Giovedì, 30 Marzo 2017
Redazione QualEnergia.it
Se le emissioni del settore elettrico sono scese in questi ultimi anni, il merito è delle fonti pulite. L'efficienza energetica, sulla quale il Governo ha annunciato sarà centrata la SEN, a scapito delle rinnovabili, almeno nel settore elettrico è molto meno efficace nel tagliare le emissioni climalteranti.

Bando per idee di impresa innovative per contrastare i cambiamenti climatici

Giovedì, 30 Marzo 2017
Al programma possono accedere aspiranti imprenditori che vogliono sviluppare idee o progetti d'impresa per fornire soluzioni, prodotti o servizi a basso impatto ambientale e startup e imprese già operanti in questi stessi settori, alla ricerca di un supporto per lo sviluppo del proprio modello di business o di nuovi progetti.

Sostenere idee di impresa innovative per il contrasto ai cambiamenti climatici con contributi fino a 320 mila euro.