Clima

Riforma ETS: come e perché l’Europa continua a fare sconti al carbone

Mercoledì, 4 Ottobre 2017
Redazione QualEnergia.it
La Polonia, capofila di vari paesi dell’Est, sta riuscendo a ottenere una serie di compromessi nei negoziati sulla nuova direttiva che regolerà il mercato della CO2 post-2020. Più permessi gratuiti ai combustibili fossili e utilizzo distorto dei fondi per la modernizzazione energetica.

Decarbonizzare l’economia italiana: due rapporti come strumenti per le politiche nazionali

Mercoledì, 4 Ottobre 2017
Redazione QualEnergia.it
Presentati due corposi volumi curati da RSE, Enea, CNR e Polimi che delineano gli strumenti per orientare politiche e investimenti nazionali verso tecnologie e sistemi di produzione low-carbon che permettano all'Italia di centrare gli obiettivi fissati dal pacchetto Ue Clima-Energia 2030. Due guide per SEN e Piano nazionale integrato per l'energia e il clima.

Quaranta organizzazioni cattoliche disinvestono dalle fossili

Mercoledì, 4 Ottobre 2017
Le istituzioni provengono dai cinque continenti e rappresentano realtà diverse: dagli istituti religiosi alle istituzioni finanziare, fino alle alte gerarchie della chiesa.

Sono quaranta le organizzazioni religiose che hanno aderito al Movimento cattolico mondiale per il clima e hanno deciso di disinvestire dalle fossili e investire nelle fonti di energia pulita.

L'Italia lontana dai target dello sviluppo sostenibile. Troppo lenta la transizione energetica

Martedì, 3 Ottobre 2017
Il Rapporto ASviS 2017 conferma che, nonostante i progressi compiuti in alcuni campi nel corso degli ultimi anni, l’Italia continua a non essere in una condizione di sviluppo sostenibile come definita dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile adottata nel 2015 dai 193 Paesi dell’ONU.

Il mondo dell’auto scommette sull’elettrica, tranne Marchionne

Martedì, 3 Ottobre 2017
Redazione QualEnergia.it
L’amministratore delegato del gruppo FCA, Sergio Marchionne, si scaglia contro le vetture a zero emissioni, puntando tutte le sue carte sui motori a combustione interna più efficienti e sul metano. Intanto anche GM si schiera con i costruttori di automobili che credono nella rivoluzione dei veicoli a batteria.

Gas serra, emissioni stabili nel 2016. Siamo vicini al picco della CO2?

Venerdì, 29 Settembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Con più rinnovabili e meno carbone, stanno diminuendo leggermente le emissioni di CO2, ma se guardiamo al metano e ad altri gas nocivi, la situazione è un po’ diversa. Economisti e climatologi cercano di capire se siamo sulla strada giusta per combattere il global warming.

Salute, abbandonare il carbone fa bene come smettere di fumare e bere alcol

Giovedì, 28 Settembre 2017
Redazione QualEnergia.it
In un recente intervento, Jonathan Patz direttore del Global Health Institute dell’università di Wisconsin-Madison, spiega perché conviene smettere di bruciare combustibili fossili: la cattiva qualità dell’aria provoca milioni di morti premature ogni anno e alti costi sanitari.

Stop al carbone entro il 2025, la manifestazione del WWF

Giovedì, 28 Settembre 2017
Il WWF ha organizzato ieri a Roma una manifestazioone contro il carbone, facendo una sosta davanti al ministero dello Sviluppo Economico e Palazzo Montecitorio. Le richieste del WWF e le foto della protesta.

Fermare definitivamente tutte le centrali a carbone italiane entro il 2025.

La Germania dopo il voto: più forte o più debole su energia e ambiente?

Martedì, 26 Settembre 2017
Redazione QualEnergia.it
Angela Merkel, vittoriosa alle urne ma indebolita rispetto al precedente mandato, dovrà formare una coalizione che presumibilmente vedrà alleati i verdi e i liberaldemocratici, con Schulz all’opposizione. Dal carbone ai tagli della CO2, i punti più critici da affrontare.

Piano anti-smog bacino padano: in Lombardia da ottobre limiti per biomasse e veicoli

Martedì, 26 Settembre 2017
Dal 1 ottobre 2017 fino al 31 marzo 2018 saranno in vigore in Lombardia i provvedimenti di limitazione dell'utilizzo delle caldaie a biomassa e della circolazione dei veicoli finalizzati alla riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e per il miglioramento della qualità dell'aria.

Dal primo ottobre entreranno in vigore nel bacino padano le previsioni emergenziali indicate nel patto anti-smog siglato lo scorso giugno tra le regioni e il Ministero dell'Ambiente.