Clima

Green Bond regionali: uno strumento per accelerare la decarbonizzazione in Italia

Giovedì, 15 Febbraio 2018
Enrico Mariutti
In Italia questo strumento finanziario non si è ancora molto diffuso, ma potrebbe essere una risorsa importante per regioni e municipalità per trasformare specifici investimenti green infrastrutturali in moltiplicatori di valore, rafforzando le sinergie industriali a livello locale. Il caso dell’Île-de-France.

Elezioni, l'appello di "Energia per l'Italia" a politici ed elettori

Giovedì, 15 Febbraio 2018
Gli scienziati di Energia per l'Italia hanno lanciato un appello alle forze politiche che si candidano per governare il paese affinché mettano in atto provvedimenti per affrontare la sfida all’inquinamento e ai cambiamenti climatici. Nella lettera anche un invito ai cittadini a votare chi si impegna a perseguire questi intenti.

Obiettivi rinnovabili, le Baleari scavalcano Madrid: “100% al 2050”

Giovedì, 15 Febbraio 2018
Redazione QualEnergia.it
La regione di Mallorca, Ibiza e le altre isole dell'arcipelago hanno presentato un piano per arrivare al 100% rinnovabili al 2050, passando per obiettivi intermedi al 2020 e 2035 e con misure da mettere in pratica subito. Intanto il governo centrale spagnolo ancora non si è dato impegni al di là di quelli europei.

Perché la Germania pensa ai mezzi pubblici gratuiti nelle città

Mercoledì, 14 Febbraio 2018
Redazione QualEnergia.it
La proposta è inclusa nella lettera appena inviata dal governo federale a Bruxelles, con varie soluzioni per ridurre il numero di auto private nei centri urbani e migliorare la qualità dell’aria. Il paese, al pari dell’Italia, è sotto accusa in Europa per aver sforato i limiti di sostanze inquinanti.

Per clima e rinnovabili eliminare i sussidi alle fossili non basta

Lunedì, 12 Febbraio 2018
Redazione QualEnergia.it
Uno studio pubblicato su Nature spiega perché solo eliminando i sussidi a carbone, gas e petrolio non si avrebbero su scale globale risultati significativi nel taglio della CO2 e nella diffusione delle energie rinnovabili. Più importanti la tassazione della CO2 e investire in innovazione per abbassare i costi delle tecnologie green.

Accordo di Parigi: impegni ancora insufficienti, ma è l'impulso per uno sforzo comune

Venerdì, 9 Febbraio 2018
Gianni Silvestrini
Una riflessione di Gianni Silvestrini sulla validità dell’accordo per il clima. Sebbene l’impegno internazionale sia ancora modesto, non possono essere ignorati alcuni segnali importanti che sono anche il frutto della decisione di porsi un limite sulle emissioni che si potranno ancora emettere.

Clima, dal mercurio nel permafrost una nuova minaccia ambientale

Giovedì, 8 Febbraio 2018
Redazione QualEnergia.it
Una ricerca dell’U.S. Geological Survey, tramite carotaggi e misurazioni in differenti zone dell’Alaska, mostra elevatissime concentrazioni di mercurio negli strati ghiacciati dei suoli artici. Così lo scioglimento dei terreni che un tempo erano congelati, potrebbe avere gravi impatti per la salute umana.

Quali impatti per l’Italia e la sua agricoltura con il clima del futuro?

Mercoledì, 7 Febbraio 2018
Luca Re
Nell’area del Mediterraneo al 2050-2060 è previsto un aumento delle temperature medie di almeno 1,5 gradi, rispetto ai valori preindustriali, con una riduzione delle precipitazioni e un probabile intensificarsi degli eventi “estremi” come le ondate di calore e siccità. Le conseguenze per il nostro paese secondo gli esperti dell’Enea.

Decarbonizzare l’economia italiana, tutti gli ostacoli e le opportunità

Mercoledì, 7 Febbraio 2018
Giacomo Pellini
Un rapporto del think tank britannico E3G analizza i benefici e gli ostacoli per l’Italia di un passaggio da un’economia basata sulle fonti fossili ad una a basse emissioni. Ma si spiega anche che l’Italia potrebbe diventare uno dei Paesi leader a livello globale dell’economia low carbon.

ETS europeo, approvata la riforma post 2020

Martedì, 6 Febbraio 2018
Redazione QualEnergia.it
Ok finale dal Parlamento europeo, per l'entrata in vigore ora manca solo l'adozione formale del Consiglio. Si aumenta il fattore di riduzione lineare e si raddoppia la capacità della riserva di stabilità, ma restano esenzioni importanti contro il carbon leakage. Il testo, votato a larga maggioranza.