Clima

Il Club di Roma fa 50 anni. Un libro su come cambiare in modo sostenibile la nostra economia

Venerdì, 20 Aprile 2018
Gianfranco Bologna
I 50 anni del Club di Roma, il think-tank fondato da Aurelio Peccei, sono l'occasione per rilanciare la riflessione iniziata nel 1972 con "The Limits to Growth". Oggi un nuovo rapporto "Come On! Capitalism, Short termism, Population and Destruction of the Nature", disponibile online.

La transizione energetica secondo BP, tra greenwashing e schizofrenia

Martedì, 17 Aprile 2018
Redazione QualEnergia.it
Nel rapporto appena pubblicato dal colosso petrolifero inglese sul futuro dell’energia, si continua a vedere una preponderanza dei combustibili fossili. Tra aperture alle rinnovabili e consapevolezza crescente dei rischi climatici, ecco come intende operare la società nei prossimi anni.

Chi inquina paga, anzi no, perché la CO2 la regala l’Europa

Mercoledì, 11 Aprile 2018
Redazione QualEnergia.it
Prezzi bassi dell’anidride carbonica sul mercato europeo ETS, quote gratuite di CO2 assegnate senza controllo alle imprese energivore, sussidi per l’utilizzo di combustibili fossili: ecco perché chi avvelena l’atmosfera non sta pagando quello che dovrebbe, realizzando anche ricavi inaspettati.

La “modica” quantità di CCS, un’ipotesi per scongiurare la catastrofe climatica

Martedì, 10 Aprile 2018
Alessandro Codegoni
Allo stato attuale delle emissioni di CO2, dei tempi richiesti e degli scenari più fattibili, per restare dentro i 2 gradi di aumento della temperatura il Potsdam Institute for Climate Impact Research propone un piano B, con un po’ di CCS. Vediamo in che modo.

Clima e fossili, il parodosso di Assicurazioni Generali in un'inchiesta di Greenpeace Italia

Lunedì, 9 Aprile 2018
Redazione QualEnergia.it
La quasi totalità delle agenzie di Generali preferisce non assicurare i cittadini dagli impatti dei cambiamenti climatici nelle zone più a rischio, ma finanzia e copre dai rischi alcuni degli impianti europei più inquinanti. L'inchiesta realizzata con una telecamera nascosta.

I trucchi della IEA sul clima

Venerdì, 6 Aprile 2018
Sergio Ferraris
Si chiama IEA, Agenzia Internazionale dell'Energia, ma andrebbe aggiunto l'aggettivo fossile. L'Agenzia di Vienna, infatti, a parole sostiene l'Accordo di Parigi ma nei fatti favorisce le fossili mettendo i bastoni tra le ruote all'Accordo. Una ricerca svela i "lati fossili della IEA"

Le emissioni di CO2 dei settori ETS tornano a salire

Mercoledì, 4 Aprile 2018
Redazione QualEnergia.it
La colpa è da attribuire alla produzione elettrica con lignite e carbone, oltre che all’incremento delle attività di acciaierie e cementifici. Dati preliminari e tendenze dal registro della Commissione Ue su circa 12.000 siti industriali.

La politica climatica tedesca che si nasconde dietro l’Europa

Venerdì, 30 Marzo 2018
Karl-Ludwig Schibel
La Germania sul clima decide di entrare in “sintonia” con l’Europa per nascondere le proprie difficoltà. L'obiettivo di riduzione del 40% della CO2 al 2020 è ormai irraggiungibile, anche per colpa del carbone. Ma perché questa rinuncia di leadership sembra essere un "segnale devastante di bancarotta morale"?

La Cina raggiunge l’obiettivo 2020 sulla CO2 con tre anni di anticipo

Mercoledì, 28 Marzo 2018
Redazione QualEnergia.it
L’intensità di carbonio del colosso asiatico nel 2017 è diminuita del 45% in confronto al livello registrato nel 2005, un traguardo che era previsto per il 2020. Ora per rispettare gli impegni definiti a Parigi nel 2015, Pechino dovrà abbattere le emissioni di anidride carbonica in rapporto al Pil del 60-65% entro il 2030.

Carbone: spirale discendente, ma il peso complessivo resta elevato

Venerdì, 23 Marzo 2018
Redazione QualEnergia.it
Dati e tendenze sull’andamento globale di questa fonte fossile. Si riduce il numero di centrali costruite e molti progetti sono fermi, però la potenza complessivamente installata nel carbone continua a salire leggermente. Intorno al 2022 la capacità dismessa supererà quella dei nuovi impianti entrati in funzione.