Nasce FREE, Coordinamento Associazioni delle Fonti Rinnovabili e dell'Efficienza Energetica

Lunedì, 17 Dicembre 2012
Hanno aderito oltre 20 Associazioni di settore. Scopo del neo coordinamento è lo sviluppo delle rinnovabili e dell’efficienza energetica nel quadro di un modello economico ambientalmente sostenibile, della decarbonizzazione dell’economia e del taglio delle emissioni. La costituzione di una rappresentanza del settore più coesa consentirà un più proficuo confronto con tutte le Istituzioni del Paese. Le prime iniziative di FREE.

Giovedì 13 dicembre 2012, alle ore 18, al termine dell’Assemblea fondativa, è nato il Coordinamento FREE (Coordinamento Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica) che raccoglie in qualità di Soci ordinari più di venti Associazioni che rappresentano questo articolato settore, oltre a un ampio ventaglio di Enti e Associazioni che hanno chiesto di aderire come ‘sostenitori’ (senza ruoli decisionali).

Investire nel mini eolico, settore difficile ma interessante

Lunedì, 17 Dicembre 2012
Antonio Lazzari
Un settore con un grande potenziale per chi desidera fare un investimento di moderata o media entità. Ma ogni progetto ha una sua complessità e richiede la competenza di seri e affidabili operatori. Un articolo di Antonio Lazzari, presidente della Cooperativa Impronte, pubblicato sull'ultimo numero della rivista QualEnergia.

Spagna, rinnovabili al 50% e l'elettricità costa quasi la metà

Lunedì, 17 Dicembre 2012
Giulio Meneghello
In Spagna venerdì 14 le rinnovabili hanno coperto il 50,6% del fabbisogno elettrico, grazie all'apporto dell'eolico che ha fornito più del 40% dell'elettricità del Paese. Senza problemi di rete e con un marcato effetto di riduzione dei prezzi del MWh alla Borsa elettrica: in media è costato 40 € in meno rispetto ai giorni con le rinnovabili al 20%.

Fotovoltaico: quanto e come si potranno tagliare i costi?

Venerdì, 14 Dicembre 2012
Redazione Qualenergia.it
Con la crisi da sovrapproduzione il prezzo dei moduli fotovoltaici è crollato fino a 0,70 dollari per watt, ma i costi di produzione non tengono il passo e le industrie lavorano in perdita. Un report di Lux Research spiega quali strategie potranno adottare i produttori per tagliare i costi di produzione e di quanto. E quindi restare sul mercato.

Due visioni a confronto sull'auto elettrica del futuro

Venerdì, 14 Dicembre 2012
Carlo Iacovini
Nel mondo del mercato dell’auto che si sta rivoluzionando ci sono tanti competitor, ma due grandi imprese spiccano tra tutte, due visioni del futuro: Tesla e Better Place. Sono accomunate solo dagli enormi investimenti degli ultimi anni e dai rischi che i loro fondatori stanno correndo, chi meno e chi, forse, troppo.

Yingli Green Energy e Munich Re, accordo per contratto di assicurazione su performance moduli

Venerdì, 14 Dicembre 2012
News dalle Aziende
In base all'accordo, nel caso si verificasse un inaspettato calo delle performance garantite dai moduli Yingli Green Energy, Munich Re offrirà ai clienti che ne faranno richiesta la copertura assicurativa di tale rischio. L'accordo comprende le garanzie a 10 e 25 anni su tutti i moduli policristallini Yingli Solar.

Pompe di calore geotermiche, la guida di RSE

Venerdì, 14 Dicembre 2012
RSE ha di recente organizzato un seminario dal titolo “La Ricerca di Sistema e le linee-guida per la progettazione dei campi geotermici per pompe di calore a terreno” e realizzato una guida per un approccio semplificato alla progettazione di scambiatori a terreno connessi con pompe di calore che utilizzano energia geotermica a bassa entalpia.

L'Italia verde che può farci uscire dalla crisi

Venerdì, 14 Dicembre 2012
L'Italia della green economy è viva anche se messa a dura prova dall'incertezza normativa: vi è impegnata il 2,12% della forza lavoro contro la media europea dell’1,53%. Le rinnovabili da sole danno lavoro a 108.150 persone, le detrazioni fiscali per l'efficienza energetica hanno salvato 40mila posti di lavoro. Il rapporto ENEA sulla green economy italiana.

Decreto certificati bianchi, un provvedimento ponte

Venerdì, 14 Dicembre 2012
Dario Di Santo
Nel 2013 una consultazione porterà alla definizione di nuove linee guida che entreranno in funzione nel 2014. Ma nel frattempo ci sarà il cambio della guardia fra l’AEEG e il GSE come soggetto gestore dello schema. Come comprendere gli obiettivi indicati. Tutte le novità del meccanismo spiegate da Dario Di Santo, direttore della FIRE.

Le nostre troppe centrali elettriche. E la SEN non ne parla

Giovedì, 13 Dicembre 2012
In Italia abbiamo troppa elettricità: centrali termoelettriche per 78mila MW di potenza a cui dobbiamo aggiungere almeno 45mila MW da rinnovabili a fronte di una richiesta che non va oltre i 57mila MWh. Eppure si continua a costruire e autorizzare centrali inquinanti, un problema che la SEN trascura. La visione di Legambiente.