Rinnovabili ancora troppo lontane dal target del 30% al 2030

Lunedì, 21 Gennaio 2013
Su scala mondiale le fonti rinnovabili sono aumentate di oltre il 15% in 10 anni, ma a questo ritmo diventa difficle raggiungere l'obiettivo del 30% entro il 2030. Si rischia un divario di 9 punti percentuali sull'obiettivo. E' l'appello dei delegati internazionali alla Conferenza mondiale sull'energia di Abu Dhabi.

In dieci anni la quota di energia rinnovabile a livello mondiale è cresciuta di oltre il 15%, ma non sarà facile raggiungere l'obiettivo del 30% entro il 2030. Lo hanno affermato i delegati internazionali che hanno partecipato alla conferenza mondiale sul futuro dell'energia di Abu Dhabi. I combustibili fossili rappresentano ancora l'80% del consumo energetico mondiale e minacciano gli sforzi per ridurre le emissioni di gas serra, all'origine del riscaldamento globale.

Energia elettrica al 100% con meno dell’1% del territorio. Studio WWF

Venerdì, 18 Gennaio 2013
Con il "Solar PV Atlas", redatto dal WWF in collaborazione con tre aziende del settore fotovoltaico, si dimostra come tutta la domanda di elettricità al 2050 nel mondo potrebbe essere generata da impianti FV con una occupazione del suolo inferiore all'1% della superficie globale. Lo studio presentato al 'World Future Energy Summit' di Dubai.

Coordinamento FREE, alcune domande ai partiti sull'energia

Venerdì, 18 Gennaio 2013
Il Coordinamento FREE (Coordinamento Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica) ha inviato ai partiti politici che si presenteranno alle prossime elezioni un position paper sulla Strategia Energetica Nazionale e sullo sviluppo del settore delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Quindici domande e proposte di principio e tecniche.

La Fiom su lavoro e una politica industriale per la green economy

Venerdì, 18 Gennaio 2013
Giulio Meneghello
Solo ripensando in chiave sostenibile il modello di sviluppo si può uscire dalla crisi. Ma per farlo serve una politica industriale coerente e lungimirante, cosa che finora in Italia è mancata, con effetti disastrosi dal punto di vista occupazionale. Ieri in un seminario organizzato dai metalmeccanici Cgil si è parlato di lavoro e green economy.

The Innovation Cloud fa squadra con QualEnergia.it

Giovedì, 17 Gennaio 2013
Con la Newsletter “The Innovation Cloud” parte la collaborazione con Qualenergia.it. Un nuovo strumento di informazione sul mercato delle rinnovabili, delle nuove tecnologie di rete e dell’efficienza energetica, inviato a chi ha partecipato in questi anni alle edizioni di Solarexpo e Greenbuilding e a tutti coloro che vorranno iscriversi alla mailing list. Le notizie curate e selezionate dalla redazione di Qualenergia.it
Immagine Banner: 

Repowermap, mappa on line gratuita per impianti a fonti rinnovabili

Giovedì, 17 Gennaio 2013
Redazione Qualenergia.it
Con lo strumento messo a punto dal progetto europeo “Repowermap”, tutti i proprietari di impianti possono inserire in pochi minuti i loro impianti sulla mappa, direttamente dal sito www.repowermap.org. Poche informazioni tecniche, la localizzazione geografica esatta dell’impianto e una sua foto.

Governare la crescita delle rinnovabili elettriche e termiche

Giovedì, 17 Gennaio 2013
Redazione Qualenergia.it
Il nuovo Governo dovrà fare una riflessione su come rilanciare la crescita di tutte le rinnovabili al 2020. Nei prossimi anni l'aumento delle energie pulite sarà costituito soprattutto dalle rinnovabili termiche di cui si stima un raddoppio a fine decennio, con un auspicabile impulso dell’industria italiana. L'opinione di Silvestrini a Ecoradio.

In Italia nel 2012 dimezzati gli investimenti in rinnovabili

Mercoledì, 16 Gennaio 2013
Redazione Qualenergia.it
Nell'anno scorso, in Italia, tra la crisi e l'incertezza normativa, gli investimenti si sono dimezzati rispetto al 2011. Anche a livello mondiale sono scesi, dell'11%. Il 2012 resta comunque il secondo anno di sempre per volume di investimenti nelle fonti pulite. Solo il 2011 era andato meglio. Un report di Bloomberg New Energy Finance.

Aste rinnovabili elettriche: il flop è ufficiale

Mercoledì, 16 Gennaio 2013
Redazione Qualenergia.it
QualEnergia.it lo aveva anticipato nei giorni scorsi, ora è arrivata la conferma ufficiale da parte del GSE: le nuove procedure per far accedere agli incentivi i grandi impianti di eolico, geotermia, idro e biomasse hanno fatto sì che le aste siano state sostanzialmente disertate. Tariffe troppo basse, troppa burocrazia e il mercato si contrae.

Spesi male i fondi europei per l'efficienza energetica

Mercoledì, 16 Gennaio 2013
Veronica Caciagli
La Corte dei Conti europea boccia l'Italia, e non solo, sull'utilizzo dei fondi europei per l'efficienza energetica. Motivo? I progetti selezionati per il finanziamento degli Stati membri non avevano “obiettivi ragionevoli in termini di costi-efficacia". In poche parole il costo è risultato eccessivo in relazione al risparmio energetico.