Quanto costa integrare il fotovoltaico nel sistema elettrico?

Mercoledì, 2 Ottobre 2013
Redazione Qualenergia.it
Il FV si può integrare nel sistema elettrico europeo a costi ragionevoli anche in dosi massicce. Lo spiega un rapporto del PV Parity Project. In Italia i costi sono sui 10 €/MWh, ma potremmo arrivare al 18% di penetrazione del FV con meno di 16 €/MWh, che diverrebbero poco più di 6 con idonee politiche di gestione della domanda.

Edilizia efficiente, economica, etica e di qualità anche in Italia

Mercoledì, 2 Ottobre 2013
Redazione Qualenergia.it
E' il progetto edilizio Easyhome 4Eq che si sta realizzando a Lodi, vincitore del concorso 'Un mondo come piace a te' della Commissione europea. Il complesso residenziale risponde al protocollo CasaClima A, utilizza energia solo da fonti rinnovabili. Il consumo è di 11,28 kWh/mq anno, l'85% in meno della media italiana.

Con l'efficienza energetica mezzo punto di Pil in più

Martedì, 1 Ottobre 2013
L’impatto macroeconomico delle politiche per l'efficienza energetica da qui al 2020 potrebbero portare ogni anno a una crescita della produzione industriale italiana di oltre 65 miliardi di euro, creando 500mila posti di lavoro, con un tasso di crescita medio annuo del Pil pari allo 0,5% del prodotto interno lordo. Studio di RSE commissionato da Confindustria.

Quando la transizione energetica fa bene al Pil

Martedì, 1 Ottobre 2013
Redazione Qualenergia.it
L'Energiewende, la transizione energetica in atto in Germania verso le rinnovabili e l'efficienza energetica, richiederà notevoli investimenti, ma avrà un ottimo impatto dal punto di vista macroeconomico, facendo aumentare Pil, produttività, occupazione ed esportazioni. I dati forniti in uno studio del DIW, l'Istituto tedesco per la ricerca economica.

FV e solare termico in un solo pannello: problemi e speranze

Martedì, 1 Ottobre 2013
Alessandro Codegoni
I pannelli solari fotovoltaici-termici, quelli che producono contemporaneamente elettricità e acqua calda, esistono da tempo, ma la soluzione non ha mai preso veramente piede. Ora però, grazie agli incentivi più generosi per la parte termica e a nuove soluzioni tecniche, questi prodotti stanno diventando più interessanti.

Carburanti per navi: alternativa GNL e opportunità per l'Italia

Lunedì, 30 Settembre 2013
Andrea Molocchi
I vantaggi ambientali e le opportunità economiche offerte dal GNL come carburante alternativo nel trasporto navale nel Mediterraneo: 1 miliardo di euro di investimenti nella supply chain del GNL per uso navale, 10 i miliardi di benefici ambientali e 100 i miliardi di nuovi investimenti. Occasione per la competitività dell'industria navale italiana.

Contro il global warming, un programma mondiale per l'energia solare

Lunedì, 30 Settembre 2013
Redazione Qualenergia.it
Per vincere la battaglia contro i cambiamenti climatici serve un programma di ricerca e sviluppo su scala globale per rendere il fotovoltaico competitivo con le fossili, anche lavorando su accumuli e reti. All'indomani della pubblicazione del report IPCC un appello di due personalità britanniche per una collaborazione mondiale sull'energia solare.

Sistemi di accumulo, normativa urgente secondo Anie Energia

Lunedì, 30 Settembre 2013
Dopo il “divieto di accumuli” provvisorio emesso lo scorso 20 settembre dal Gestore dei Servizi Elettrici, da ANIE Energia arriva una nota con la richiesta di una rapida definizione di regole certe per abilitare l'integrazione dei sistemi di accumulo negli schemi di impianto ammissibili per la connessione delle rinnovabili, incentivate e non.

Approvato il nuovo rapporto IPCC. Silvestrini: "Nonostante la cautela emerge un messaggio forte"

Venerdì, 27 Settembre 2013
L’approfondimento scientifico fornito dal Rapporto IPCC consente di restringere i margini di incertezza riguardo alle responsabilità dell’uomo sul riscaldamento globale. Nonostante la cautela del rapporto, dettata anche dalle difficoltà economiche di molti paesi e criticata da diversi ambientalisti, emerge un messaggio forte. Un commento di Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club e QualEnergia.

Modifica a ritiro dedicato in DL Fare bis: "colpirebbe oltre 10mila piccoli impianti"

Venerdì, 27 Settembre 2013
Redazione Qualenergia.it
Da assoRinnovabili: un "no" all’ipotesi di rimodulazione retroattiva degli incentivi e alla cancellazione dei prezzi minimi garantiti nell'ambito del ritiro dedicato. "Colpirebbe retroattivamente più di 10.000 piccoli impianti".