Quinto conto energia agli sgoccioli: il GSE spiega cosa succederà superata la soglia di spesa

Giovedì, 24 Gennaio 2013
Il contatore della spesa complessiva per gli incentivi al fotovoltaico segna oltre 6.565 milioni di euro, la soglia dei 6,7 miliardi di euro, cui seguirà, dopo 30 giorni, la fine del quinto conto energia, è sempre più vicina. Il GSE spiega cosa succederà.
Immagine Banner: 

Il contatore della spesa complessiva per gli incentivi al fotovoltaico oggi segna 6.565.090.685 euro, è dunque sempre più vicina la soglia di spesa la soglia dei 6,7 miliardi di euro, cui seguirà, dopo 30 giorni, la fine del quinto conto energia.

Auto, perché il fotovoltaico vince sui biocombustibili

Giovedì, 24 Gennaio 2013
Alessandro Codegoni
Mentre la ricerca internazionale porta i rendimenti del 'nuovo' fotovoltaico in alto, continua a mettere in evidenza quanto sia sfavorevole il bilancio energetico del motore a scoppio alimentato a biocombustibili. Meglio investire in auto elettriche alimentate con il fotovoltaico. Uno studio delll’Università della California spiega perché.

Il conto termico non soddisfa del tutto il settore delle pompe di calore

Giovedì, 24 Gennaio 2013
Il decreto introduce nuovi requisiti che potrebbero limitare l’accesso agli incentivi per le pompe di calore, ma prevede finalmente tariffe elettriche specifiche. Lo spiega il Co.Aer, l'Associazione dei Costruttori di apparecchiature e impianti per la climatizzazione e pompe di calore.

Il Decreto Conto Termico, tappa essenziale per raggiungere gli obiettivi della Strategia energetica nazionale, si propone il duplice scopo di incentivare la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di accelerare gli interventi di efficienza energetica degli edifici.

Il mercato cinese e gli equilibri del fotovoltaico mondiale

Mercoledì, 23 Gennaio 2013
Redazione Qualenergia.it
Il futuro del fotovoltaico passa per il mercato cinese. Nel quarto trimestre 2012 il Paese ha pesato per il 33% della nuova potenza installata a livello mondiale. Già ora dunque la Cina è il più grande mercato mondiale del fotovoltaico e la crescita della sua domanda interna potrà contribuire a superare la crisi da sovrapproduzione.

ENEA presenta il secondo Rapporto sull'Efficienza Energetica

Mercoledì, 23 Gennaio 2013
Secondo il report ENEA l’applicazione delle misure previste dal PAEE 2011 (Piano d’Azione per l’Efficienza Energetica) ha consentito nel 2011 un risparmio complessivo di 57.595 GWh/anno, con un incremento del 17,1% rispetto al 2010.

Eolico, non tutte le aste vengono per nuocere

Mercoledì, 23 Gennaio 2013
Tommaso Barbetti
Pochi mesi fa un progetto eolico con una remunerazione inferiore ai 150 €/MWh era considerato un investimento privo di senso. Ora c’è chi è pronto a lavorare con poco meno di 100 €/MWh. Le aste, con le loro imperfezioni, hanno comunque sortito qualche effetto positivo, facendo risparmiare il sistema. L'analisi di eLeMeNS.

QualEnergia.it ora anche su smartphone e tablet

Martedì, 22 Gennaio 2013
Scopri QualEnergia.it anche su iPhone, smartphone, iPad e tablet. Online una versione più adatta ai supporti mobili per essere sempre informati sui mercati e gli scenari dell'energia.
Immagine Banner: 

Fermare il global warming? Costa meno dei danni di Sandy

Martedì, 22 Gennaio 2013
Redazione Qualenergia.it
Basterebbero investimenti pubblici aggiuntivi per 36 miliardi di dollari all'anno per innescare investimenti privati sufficienti per contenere entro la soglia critica dei 2 °C il riscaldamento globale. “I costi aggiuntivi necessari per rendere ecologica la crescita sono insignificanti a confronto con quelli del non agire”, spiega un report del WEF.

I 14 progetti sporchi che ci stanno portando al punto di non ritorno

Martedì, 22 Gennaio 2013
Nel mondo ci sono 14 progetti che, se realizzati, equivarrebbero quasi certamente alla sconfitta nella lotta ai cambiamenti climatici. La denuncia di Greenpeace nel rapporto “Point of no return”, con il quale l’associazione ambientalista illustra i pericoli causati dai maggiori progetti di sfruttamento delle fonti fossili a livello globale.

Greenpeace, priorità energetiche e programmi elettorali

Martedì, 22 Gennaio 2013
I principali candidati alle politiche non rispondono ai circa 45mila cittadini che, attraverso una petizione on line di Greenpeace Italia sulle scelte energetiche di questo Paese, hanno dichiarato che non daranno il voto a chi non si impegna a contrastare l'uso delle fonti fossili nella produzione di energia e a puntare sull'energia pulita.