In Italia quasi 50 miliardi di euro all'anno di esternalità negative

Lunedì, 4 Novembre 2013
Ammontano a quasi 50 miliardi di euro all'anno i danni ambientali e sanitari delle attività di imprese e famiglie in Italia: il 3,1% del Pil. Le emissioni di CO2 pesano per il 27%, il settore energy per 3,7 miliardi di €. Uno studio sui costi esterni dell’economia italiana realizzato dalla società di ricerca e consulenza economica ECBA Project.

Rapporto PwC: ci stiamo giocando in 21 anni il budget di CO2 di un secolo

Lunedì, 4 Novembre 2013
Redazione Qualenergia.it
La decarbonizzazione dell'economia mondiale procede troppo lenta: di questo passo al 2034 avremo esaurito tutto il carbon budget del secolo. Per restare entro i 2 °C l'intensità emissiva deve calare 8,5 volte più velocemente. Evitare un riscaldamento disastroso ormai è “improbabile” anche se “non impossibile”. Report di PricewaterhouseCooper

Quei dubbi sull’auto elettrica che non convincono

Lunedì, 4 Novembre 2013
Pietro Menga
L’auto elettrica resta un ottimo affare: riduce la dipendenza energetica, migliora la qualità della vita nelle città e contiene le emissioni. E sul lungo termine farà risparmiare l’utilizzatore finale. Ma serve una cabina di regia. Un articolo di Pietro Menga, Presidente CIVES - Commissione Italiana Veicoli Elettrici Stradali del CEI.

Gli investitori avvertono l'industria del fossile: il pericolo è la 'bolla del carbonio'

Venerdì, 1 Novembre 2013
Redazione Qualenergia.it
Un gruppo di 70 investitori, responsabili collettivamente di oltre 3.000 miliardi di asset, scrive ai colossi dell'industria energetica mondiale: si pretendono chiarimenti su come queste compagnie intendano affrontare il rischio che un'auspicabile decarbonizzazione dell'economia pone alle loro attività. Il pericolo di una bolla degli asset del fossile non può essere più ignorato.

Fotovoltaico: chiude Marcegaglia Buildtech. Altro duro colpo per Taranto

Giovedì, 31 Ottobre 2013
Redazione Qualenergia.it
Dal 18 novembre, in coincidenza con la cassa integrazione dei lavoratori, scatterà lo stop alla produzione di fotovoltaico per la Marcegaglia Buildtech di Taranto. Lo ha annunciato il 29 ottobre il gruppo, attribuendo le ragioni della scelta alla “forte crisi del fotovoltaico in Italia e nel mondo”. Un settore solo "sfortunato" per il Gruppo Marcegaglia?

L'efficienza energetica può far crescere il Pil italiano fino al 4% l'anno

Giovedì, 31 Ottobre 2013
Redazione Qualenergia.it
L'efficienza energetica può far crescere il prodotto interno lordo del Paese dal 2 al 4% l'anno, dando lavoro a oltre 450mila persone. A dirlo è uno studio presentato ieri: “Stato e prospettive dell'efficienza energetica in Italia", realizzato dalla Fondazione Centro Studi Enel e dall'Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano.

Scenari di una transizione energetica in atto

Giovedì, 31 Ottobre 2013
Gianni Silvestrini
Attori e strategie in trasformazione nel nuovo orizzonte energetico: fonti rinnovabili ed efficienza imporranno un cambio di strategie da parte delle utilities per aprire nuovi mercati. Ma al momento prevale l'attacco frontale all'energia verde. L'editoriale di Gianni Silvestrini per l'ultimo numero della rivista bimestrale QualEnergia.

Petrolio, il declino non erode i profitti delle big oil company

Giovedì, 31 Ottobre 2013
Fabio Catino
Ripercorrendo la recente storia del petrolio dalla metà del Novecento, scopriamo che anche nella fase del suo declino, nel decennio 2002-2011 le ‘big five oil companies’ hanno accumulato negli Stati Uniti profitti per 1000 miliardi di dollari, beneficiando peraltro di enormi sussidi ed esenzioni economiche, spesso a carico del contribuente.

Prevedere la vita utile di un modulo fotovoltaico

Mercoledì, 30 Ottobre 2013
Redazione Qualenergia.it
I sistemi fotovoltaici sono solitamente garantiti per funzionare almeno 25 anni, ma al momento è difficile stimare precisamente quanto possa rimanere operativo uno specifico impianto. Ora però i ricercatori del Fraunhofer Institute hanno messo a punto una procedura che consente di farlo.

Burocrazia e rinnovabili, se il GSE non risponde o complica le cose

Mercoledì, 30 Ottobre 2013
Redazione Qualenergia.it
Procedure per l'accesso agli incentivi che durano più di un anno, domande di chiarimento che attendono risposta da mesi, richieste agli operatori ridondanti e spesso non necessarie. Sono molte le segnalazioni che riceviamo sulla presunta inefficienza del GSE. Abbiamo provato a chiedere chiarimenti ufficiali all'ente.