Mercato fotovoltaico 2014, in ripresa l'Europa e anche l'Italia

Venerdì, 8 Novembre 2013
Redazione Qualenergia.it
La domanda FV europea si riprenderà nel 2014, trainata anche da un ritorno alla crescita del nostro paese, grazie a impianti in autoconsumo, scambio sul posto e detrazioni fiscali o anche senza incentivi. Trend positivo anche nel Regno Unito e Francia. Una nota di ottimismo dall'ultimo 'European PV Markets Quarterly report' di NPD Solarbuzz.

Domanda elettricità in Italia: cala del 3,6% nei primi 10 mesi del 2013

Giovedì, 7 Novembre 2013
Redazione Qualenergia.it
La richiesta di energia elettrica nel periodo gennaio-ottobre 2013 è stata inferiore di 10 miliardi di kWh rispetto allo stesso periodo 2012. Le rinnovabili, con circa 91 TWh generati finora, hanno soddisfatto circa il 39% della produzione e il 34,2% della domanda di elettricità. I 20,2 TWh fotovoltaici coprono il 7,6% della domanda. I dati mensili forniti da Terna.

Prezzi minimi garantiti, un 'uno-due' alle rinnovabili da Fare2 e Autorità

Giovedì, 7 Novembre 2013
Giulio Meneghello
Nell'ultima bozza del decreto Fare2 ritorna la modifica al ritiro dedicato che era stata stralciata dalle versione precedente: eliminerebbe i prezzi minimi garantiti per gli impianti incentivati. Intanto anche l'Autorità per l'Energia propone di intervenire sui prezzi garantiti, quasi dimezzandoli per tutti. Novità che non piacciono al mondo delle rinnovabili.

L'idrocarburo che piace tanto al Ministro

Mercoledì, 6 Novembre 2013
Leonardo Berlen
L’Italia non prevede l’estrazione di shale gas sul territorio nazionale. Ce lo fa sapere il Ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato. C’è da crederci? Alcune richieste di società del settore creano dubbi in questo senso. Resta per il MiSE la necessità di rilanciare la produzione nazionale di petrolio e gas tradizionale. Intanto Scaroni fa capire che questa è la linea, ma serve anche il fracking.

Fotovoltaico, convergono i prezzi di moduli cinesi ed europei

Mercoledì, 6 Novembre 2013
Redazione Qualenergia.it
Sempre più vicini i prezzi dei moduli fotovoltaici made in China con quelli dei moduli europei. Mentre il prezzo dei secondi ha accelerato il calo, quello dei prodotti cinesi, stabilizzatosi questa primavera, ha subito un significativo rialzo nell'ultimo mese.

SEU, delibera a breve, ma il Governo sembra d'accordo con l'Autorità nel penalizzarli

Mercoledì, 6 Novembre 2013
Giulio Meneghello
Al Senato il portavoce del MiSE, il sottosegretario De Vincenti, annuncia che la delibera dell'Autorità sui SEU, attesa da 5 anni, arriverà 'a breve'. Una risposta vaga e preoccupante: su questo tema cruciale per la transizione verso rinnovabili e generazione distribuita il ministero sembra appiattirsi sulla visione conservatrice dell'Autorità per l'Energia.

Due modelli statunitensi per l’efficienza energetica nella pubblica amministrazione

Martedì, 5 Novembre 2013
Stefano Gazziano
Due modelli di finanza privata per l’efficienza energetica nell'edilizia della pubblica amministrazione negli USA. Nel Delaware dei bond di ESCO collocati da Citigroup alla Borsa di New York. In California, i programmi PACE, uno strumento legislativo e finanziario per l'efficientamento energetico o l’installazione di rinnovabili esclusivamente su edifici. Schemi replicabili anche da noi?

GreenItaly 2013: profilo di un’Italia che crede nella green economy

Martedì, 5 Novembre 2013
Redazione Qualenergia.it
Dall’inizio della crisi, nonostante la necessità di ridurre le spese, più di un’impresa su cinque ha puntato sulla green economy, investendo in tecnologie per il risparmio energetico, riducendo l’impatto ambientale e, non ultimo, generando occupazione. Ne parla il rapporto annuale di Unioncamere e Fondazione Symbola.

Materiali scarsi che servono per rinnovabili, storage e veicoli elettrici

Martedì, 5 Novembre 2013
Redazione Qualenergia.it
Le tecnologie per decarbonizzare l'economia europea devono fare i conti con la scarsità di alcune materie prime strategiche. E' quanto mostra un nuovo studio del Joint Research Center della Commissione europea. Tra i materiali con gli approvvigionamenti più a rischio diversi sono fondamentali per l'eolico, per alcuni tipi di batteria e per il fotovoltaico a fim sottili.

Integrare quote massicce di eolico: l'esperienza spagnola

Martedì, 5 Novembre 2013
Alessandro Codegoni
Integrare nella rete una fonte non programmabile come l'eolico è possibile, anche con penetrazioni fino al 30% della produzione, senza che questo causi un rilevante aumento delle emissioni nelle centrali a gas che devono 'coprire', tramite il cycling, l'intermittenza del vento. Lo mostra uno studio condotto sul sistema elettrico spagnolo.