World Energy Outlook 2013: un futuro da cambiare

Mercoledì, 13 Novembre 2013
Redazione Qualenergia.it
Il 40% della crescita della domanda di energia da qui al 2035 sarà soddisfatto con le rinnovabili. Ma la domanda di energia aumenterà di un terzo e le fossili continueranno a fornire il 76% del fabbisogno, spingendo il mondo verso un aumento di temperatura di 3,6 °C. La previsione del World Energy Outlook 2013 della IEA.

"Think Green, Be Efficient", aperto concorso per le migliori tesi di laurea sull’efficienza energetica

Mercoledì, 13 Novembre 2013
Schneider Electric presenta la nuova edizione del concorso nazionale "Think Green, Be Efficient", per le migliori tesi di laurea sull’efficienza energetica. L’iniziativa, promossa con Kyoto Club ed EnSiEL, avrà come tema per l’edizione 2013/2014 "L’Efficienza Energetica come leva di sviluppo: soluzioni tecnologiche sostenibili e integrate per edifici esistenti nel settore pubblico e privato". Domande fino al 30 giugno 2014.

Rinnovabili e smart grid richiedono una riforma del sistema tariffario

Mercoledì, 13 Novembre 2013
Alex Sorokin
La riforma delle tariffe da parte dell’Autorità per l'energia può diventare un’occasione per adeguare regole di mercato e sistema tariffario alle necessità del futuro sistema energetico che sarà sempre più basato sulla generazione distribuita, lo sviluppo delle rinnovabili non programmabili e di tecnologie orientate al Demand Side Management.

Parte la Cop 19 e gli aiuti alle fossili ammontano a 544 mld di $

Martedì, 12 Novembre 2013
Redazione Qualenergia.it
A Varsavia si è aperta la 19a Conferenza delle Parti, mentre gli impatti del global warming stanno diventando una realtà. Il pessimismo sul successo dei negoziati cresce e il World Energy Outlook 2013 della IEA prevede che le fossili rimangano a lungo preponderanti, anche grazie anche a sussidi che superano di cinque volte quelli alle rinnovabili.

Scambio sul posto e oneri di sistema: l'Autorità cambia le regole e semina incertezza

Martedì, 12 Novembre 2013
Giulio Meneghello
L'Autorità per l'Energia in un documento di consultazione annuncia modifiche allo scambio sul posto. Per gli impianti fotovoltaici tra i 20 e i 200 kW si stralcia di fatto la cumulabilità con gli incentivi, si aumenta l'incertezza nei business plan delle installazioni non incentivate e si depotenzia un futuro ampliamento nell'accesso al meccanismo.

Le prospettive del mercato degli Energy Performance Contract

Lunedì, 11 Novembre 2013
Giulio Cattarin, Lorenzo Pagliano, Andrea Roscetti
Quali sono in Italia le potenzialità dell’efficienza energetica e del mercato dei contratti di rendimento energetico (Energy Performance Contract) nei diversi settori? Un rapporto curato dal Gruppo eERG del Politecnico di Milano che, grazie anche ad interviste ad operatori, consente di avere un quadro dell'applicabilità di questi contratti e delle loro prospettive.

Decreto Fare2: quei soldi dalle bollette per finanziare il carbone cosiddetto “pulito”

Lunedì, 11 Novembre 2013
Alessandro Codegoni
Nella bozza del decreto Fare2 aiuti per oltre 1,2 miliardi di euro per costruire nel Sulcis una centrale a carbone dotata di sistema CCS. Si prelevano risorse da quelle bollette che si vorrebbero ridurre per investire in una tecnologia controversa e poco applicabile al sistema energetico italiano. Cerchiamo di capire meglio le ragioni di questa scelta.

Associazioni, protocollo d’intesa tra ANIE/GIFI, assoRinnovabili e IFI

Venerdì, 8 Novembre 2013
ANIE/GIFI, assoRinnovabili e IFI hanno firmato un protocollo d’intesa: "l’ulteriore sviluppo della filiera rinnovabili - scrivono - passa anche per un’aggregazione della rappresentanza".

ANIE/GIFI, assoRinnovabili e IFI hanno firmato un protocollo d’intesa con lo scopo di iniziare "un percorso comune verso la creazione di un’ associazione unica" che, scrivono in un comunicato "con oltre 700 imprese, sarebbe il maggiore rappresentante di un settore che occupa già oggi 130.000 addetti".

Agli Stati Generali della green economy un ministro del secolo scorso

Venerdì, 8 Novembre 2013
Francesco Ferrante
Gli Stati generali della green economy tenutisi a Ecomondo, a Rimini, mostrano un'Italia convinta che l'economia verde sia la via maestra per uscire dalla crisi. Ma c'è stata una nota stonata: Flavio Zanonanto, un ministro dello Sviluppo Economico scettico e passatista che ha chiuso l'incontro con un intervento sconcertante per i molti presenti.

Decreto biometano in arrivo, tutti i possibili vantaggi

Venerdì, 8 Novembre 2013
Redazione Qualenergia.it
Il Ministero dello Sviluppo economico ha firmato il decreto che sblocca e incentiva l'uso del biometano nei trasporti e per il riscaldamento. La firma degli altri due ministeri competenti è imminente. Un passo avanti per questa fonte rinnovabile estremamente versatile che ha un potenziale pari all'intera produzione nazionale attuale di gas naturale.