Inverter SMA per l’impianto Delta da 1 MW di Ravano Green Power

Giovedì, 20 Dicembre 2012
News dalle Aziende
Le caratteristiche tecniche dell’impianto FV realizzato a Cuneo da Ravano Green Power con la soluzione completa SMA Sunny Central 1000 MV. Installato sul tetto a 4 falde di un capannone di stoccaggio, l'impianto ha una potenza di 1 MW. Produzione annuale prevista: 1.129.000 kWh. Una collaborazione che continuerà in Italia e all’estero.

Decreto rinnovabili termiche e pompe di calore, il parere del Co.Aer

Mercoledì, 19 Dicembre 2012
Conto energia termico: la remunerabilità dei sistemi a pompa di calore non corrisponde al 40% dichiarato nella bozza del decreto. Per il Co.Aer è invece del 10-15%: "sono necessarie modifiche migliorative".

"Salva Alcoa 2" fotovoltaico: "Basta provvedimenti dell’ultima ora che penalizzano il settore"

Mercoledì, 19 Dicembre 2012
GIFI/ANIE contro il cosiddetto "Salva Alcoa 2", un provvedimento che "danneggia il settore e dietro al quale potrebbero celarsi intenti speculativi" e chiede che i Ministri Passera e Clini intervengano urgentemente in sede di discussione d’aula per fermarlo.

Fotovoltaico: "Salva Alcoa 2", c'è anche un subemendamento

Mercoledì, 19 Dicembre 2012
Redazione Qualenergia.it
Dopo l'emendamento che proroga al 31/3/2013 gli incentivi del IV conto energia per impianti FV realizzati su edifici pubblici e su aree delle PA, gli stessi relatori lo hanno ulteriormente modificato: ora il termine è al 30 giugno 2013 per gli impianti che hanno ottenuto l'autorizzazione entro il 31 marzo 2013. Quali interessi dietro al provvedimento?

Shale gas: esplorazioni nella Bassa bresciana?

Mercoledì, 19 Dicembre 2012
Redazione Qualenergia.it
Una società di San Donato Milanese ha deciso di svolgere test su un'area vastissima della Bassa bresciana, 289 chilometri quadrati, per cercare il controverso gas da scisti.

Fotovoltaico, torna il “Salva Alcoa 2” per la PA

Mercoledì, 19 Dicembre 2012
Redazione Qualenergia.it
Gli impianti fotovoltaici realizzati sugli edifici pubblici e su aree delle Amministrazioni Pubbliche potranno godere degli incentivi del IV conto energia, anziché di quelli del quinto, fino al 31 marzo 2013 invece del 31 dicembre 2012. Lo prevede un emendamento inserito nel pacchetto "milleproroghe" della legge di Stabilità.

Linee guida per gestione energia e ambiente nelle banche. Il prossimo webinar Kyoto Club

Martedì, 18 Dicembre 2012
La prossima "Goccia" di Kyoto Club intende presentare le principali attività svolte dalle banche per la riduzione dei consumi energetici e dell'impatto ambientale derivante dalle proprie attività. A cura di Romano Stasi, ingegnere e segretario generale di ABI Lab, sarà trasmessa domani gratuitamente in streaming.

Mercoledì 19 dicembre alle ore 17,30 sarà presentata la "Goccia di sostenibilità" di Kyoto Club: "Le linee guida ABI Lab per la gestione dell'energia e dell'ambiente nelle banche". L'intervento sarà a cura di Romano Stasi, ingegnere, segretario generale del Consorzio ABI Lab.

L'Eni tra oscuri legami e interessi poco nazionali

Martedì, 18 Dicembre 2012
Leonardo Berlen
La trasmissione Report su Eni ha aperto numerosi interrogativi sulla nostra azienda energetica: una politica industriale poco razionale e scelte a dir poco opache, interessi privati sullo sfondo e controllo della stampa. Con queste premesse, davanti al colosso Eni, possiamo pensare a una vera politica per la transizione energetica?

Contratti di cessione dei TEE: attenzione alle liberatorie 'non' firmate

Martedì, 18 Dicembre 2012
a cura di AzzeroCO2
Molte ESCo chiedono agli installatori di cedere loro la proprietà dei titoli di efficienza energetica anche in mancanza delle liberatorie degli utenti finali. Così essi rientrano nella fattispecie di venditori “non dominus” e sono perseguibili legalmente. Scegliere quindi sempre una ESCo affidabile e controllare i contratti.

Le tante incognite dello shale gas britannico

Martedì, 18 Dicembre 2012
Redazione Qualenergia.it
La Gran Bretagna ha deciso di proseguire sulla controversa strada del gas da scisti, nella speranza che questa fonte possa contribuire ad alleviare i problemi di sicurezza energetica del Paese e funga da ponte verso la decarbonizzazione. Ma il potenziale è incerto e le controindicazioni per ambiente e clima sono troppe.