Ecco come rischia il crollo l'eolico italiano: -75% nel 2013?

Giovedì, 10 Gennaio 2013
Giulio Meneghello
L'eolico italiano sta incassando malissimo il colpo della riforma degli incentivi varata dal governo Monti. Dati ancora non ufficiali parlano di aste quasi deserte e Anev stima che il settore perderà il 75% del giro d'affari, con circa 3.500 posti di lavoro in meno rispetto al mercato precedente alla riforma degli incentivi.

Rinnovabili, come districarsi tra incentivi e iter autorizzativi

Giovedì, 10 Gennaio 2013
Il nuovo libro Vademecum Nextville – “Fonti Rinnovabili. Autorizzazioni, connessioni, incentivi e fiscalità della produzione elettrica” per muoversi meglio attraverso il percorso a ostacoli della legislazione. I Soci di Kyoto Club in regola con le quote associative, potranno fare richiesta gratuita del volume.

"L’opinione dei lettori", la nuova rubrica di Qualenergia.it

Giovedì, 10 Gennaio 2013
Una rubrica di lettere dai lettori di Qualenergia.it per dare spazio alle loro esperienze e alle loro idee. Scriveteci le vostre opinioni sul settore dell'energia pulita, su quello che non va, ma anche su quello che va. Inviateci le vostre proposte per trasformare la politica energetica di questo Paese.

QualEnergia.it apre una nuova rubrica: “L’opinione dei lettori”.

Fotovoltaico, un pessimo 2012 dall'Italia alla Cina

Mercoledì, 9 Gennaio 2013
Redazione Qualenergia.it
In Italia, crisi e quinto conto energia hanno fatto perdere circa 6mila posti di lavoro. Ma la sovrapproduzione e il crollo dei prezzi hanno avuto un impatto pesantissimo anche tra le competitive aziende cinesi: delle 901 attive a fine 2011 solo 524 stanno ancora lavorando. La situazione dovrebbe migliorare nel 2013.

Conto termico, on-line sul sito del GSE la sezione dedicata

Mercoledì, 9 Gennaio 2013
GSE informa che è disponibile la nuova sezione web 'Conto Termico', con tutte le informazioni sul DM 28/12/12 e sulle modalità di accesso agli incentivi. Il GSE predisporrà in seguito il portale internet dedicato, attraverso il quale i soggetti interessati potranno presentare la richiesta di accesso al meccanismo di incentivazione.

Il nuovo scambio sul posto, fra semplificazioni e forzature

Mercoledì, 9 Gennaio 2013
Giuseppe Artizzu
Con un provvedimento di fine anno, l’Autorità per l'Energia ha deliberato la riforma dello scambio sul posto. Bene la semplificazione, ma il dispositivo che prevede la riduzione dei benefici dello scambio sul posto, fino al possibile azzeramento del rimborso degli oneri di sistema sull’energia scambiata, è una forzatura delle prerogative dell’Autorità.

Obiettivi per le rinnovabili tra i pragmatici teutonici

Martedì, 8 Gennaio 2013
Leonardo Berlen
Il governo tedesco dimezza i tempi per i nuovi collegamenti nella rete elettrica di trasmissione: circa 3.000 km da realizzare in 4 anni per sfruttare la crescente produzione da eolico e solare. Certo il nuovo record delle installazioni fotovoltaiche annuali per il 2012, che sarà molto vicino agli 8 GW. Concreti passi verso gli obiettivi al 2050.

La Francia di Hollande punta sul fotovoltaico

Martedì, 8 Gennaio 2013
Redazione Qualenergia.it
La Francia di Hollande crede nel fotovoltaico e raddoppia l'obiettivo sulle installazioni. Nuove misure di emergenza di sostegno al settore creeranno 10mila posti di lavoro e muoveranno investimenti per oltre 2 miliardi, ha annunciato il ministro dell'Energia Delphine Batho.

Un progetto per i biocarburanti sostenibili in aviazione

Martedì, 8 Gennaio 2013
Redazione Qualenergia.it
Il progetto europeo ITAKA (Initiative Towards sustAinable Kerosene for Aviation) punta a rimuovere le barriere tecniche ed economiche che ostacolano l’utilizzo di biocarburanti sostenibili per l’aviazione. Verrà portato avanti da un consorzio costituito da aziende aerospaziali e di combustibili e da centri di ricerca, anche italiani.

Tutto per Enel il 'regalo' alle centrali a olio combustibile

Martedì, 8 Gennaio 2013
Redazione Qualenergia.it
Circa 250 milioni di euro dalle bollette degli italiani per rendere solo disponibili dal 1° gennaio al 31 marzo 2013, e con un preavviso di 48 ore, la produzione di vecchie e inquinanti centrali a olio combustibile. Obiettivo è fronteggiare un'eventuale emergenza gas. Dall'elenco dell'Autorità risulta che il 'monopolista' di questi impianti è Enel.