Ministro Guidi: "assicurare le forniture di gas all'Europa è una priorità assoluta"

Mercoledì, 3 Settembre 2014
Redazione Qualenergia.it
Nell'audizione al Parlamento europeo, Federica Guidi, ministro dello Sviluppo Economico, ha evidenziato come le crisi internazionali di Libia e Ucraina rischiano di avere importanti ripercussioni sulla sicurezza degli approvvigionamenti in Europa. Per questo intende puntare sulla diversificazione delle fonti, anche se le forniture di gas restano prioritarie.

Tap, il Comitato annuncia ricorso al Tar

Mercoledì, 3 Settembre 2014
Redazione Qualenergia.it
Dopo la luce verde della commissione VIA e le norme dedicate in arrivo con lo 'Sblocca Italia', il comitato contro il gasdotto ha annunciato di voler presentare ricorso al Tar per presunte irregolarità nella procedura di valutazione di impatto ambientale.

FV, in 4 anni 500 GW di potenza nel mondo, di cui 100 in Cina

Mercoledì, 3 Settembre 2014
Redazione Qualenergia.it
Cresce il numero e la taglia dei mercati rilevanti per il fotovoltaico: entro il 2018 ci saranno ben 30 paesi con più di un GW di solare FV e altri 150 di dimensioni minori, prevede un analista di NPD Solarbuzz. Per quell'anno la potenza cumulata mondiale sarà di oltre 500 GW, di cui ben 100 in Cina, contro i 180 GW globali stimati a fine 2014.

L'energia cambia. Le priorità di una nuova politica industriale italiana

Martedì, 2 Settembre 2014
Gianni Silvestrini
Il sistema energetico avrà un'inarrestabile evoluzione nei prossimi anni grazie anche alla combinazione “fotovoltaico + accumulo + auto elettrica”. Su questa ipotesi va rivista la strategia, chiedendo con forza al governo un nuovo orientamento della politica industriale. Articolo di Gianni Silvestrini, direttore scientifico QualEnergia e presidente FREE.

Fotovoltaico, impianti in leasing: da rivedere i calcoli del modello Unico

Martedì, 2 Settembre 2014
La risposta all'interpello 945-35 resa il 26 agosto dalla direzione centrale Normativa dell'agenzia delle Entrate su istanza di Assilea costringerà diverse imprese a rivedere i calcoli relativi alla dichiarazione di Unico e a rettificare le imposte versate a saldo 2013 e in acconto 2014.

Eolico mondiale a fine 2013: cresce solo del 12,5%

Martedì, 2 Settembre 2014
La potenza cumulativa mondiale di energia eolica a fine 2013 ha raggiunto 318.137 MW. Crescita rallentata da un installato annuale nel 2013 inferiore di circa 10 GW rispetto all’anno precedente. I dati del Global Wind Energy Council.

Secondo il Global Wind Energy Council (GWEC) nel 2013 la potenza cumulativa globale di energia eolica è cresciuta del 12,5%, raggiungendo un totale di 318.137 MW.

Troppa sete di acqua con le energie fossili e nucleari

Martedì, 2 Settembre 2014
Redazione Qualenergia.it
Se continuiamo a puntare su nucleare e fossili entro il 2020 la scarsità idrica colpirà il 30-40% delle aree del pianeta ed entro il 2040 la situazione sarà insostenibile. Scegliere tra destinare l'acqua al raffreddamento delle centrali termoelettriche o agli altri usi essenziali. Necessaria l'efficienza energetica e il passaggio a FV ed eolico.

Sblocca Italia e le critiche dal fronte ambientalista

Lunedì, 1 Settembre 2014
Redazione Qualenergia.it
Trivelle facili e autostrade inutili: si punta troppo sull'asfalto e sulle fonti fossili in un tentativo di rilancio confusionario che manca di strategia. Il DL Sblocca Italia, approvato venerdì in Consiglio dei Ministri ma del quale ancora non si conoscono tutte le norme, non piace al fronte ambientalista.

Sblocca Italia, trivelle facili, ecobonus incerto. Le misure sull'energia

Lunedì, 1 Settembre 2014
Redazione Qualenergia.it
Una spinta a trivellare per estrarre idrocarburi nazionali, realizzare gasdotti e rigassificatori e nuove autostrade. Sulle detrazioni fiscali per l'efficienza energetica e il FV coperture da verificare. Sono questi i tratti fondamentali per quel che riguarda l'energia del DL Sblocca Italia, passato al CdM.

Spalma-incentivi, le vie legali per il ricorso

Lunedì, 1 Settembre 2014
Wanda Mastrojanni
Quali via legali sono percorribili per gli operatori contro lo spalma-incentivi? Secondo l'Avv. Mastrojanni sia il Giudice nazionale che la Corte di Giustizia europea, organo giurisdizionale terzo e imparziale (indipendente anche dalla Commissione Europea), non potranno non condannare una tale violazione del diritto comunitario.