Prezzi minimi garantiti alle rinnovabili, i tagli dell'Autorità

Venerdì, 20 Dicembre 2013
Redazione Qualenergia.it
L'Aeeg ha pubblicato oggi la delibera che riduce i prezzi minimi garantiti agli impianti da rinnovabili in regime di ritiro dedicato. Oltre ai tagli previsti dal documento di consultazione si riduce la quantità di energia incentivata con i prezzi minimi: per il fotovoltaico da 2 a 1,5 milioni di kWh. Critiche dal mondo dell'energia pulita.

FREE incontra il ministro Orlando: "trovare alternative al taglia-bollette"

Venerdì, 20 Dicembre 2013
Il Coordinamento FREE ha sottoposto al ministro dell'Ambiente Andrea Orlando alcuni temi all'ordine del giorno legati al superamento degli incentivi per le fonti rinnovabili e alle misure di 'Destinazione Italia'.

Delibera SEU, i chiarimenti dell'Autorità per l'Energia

Giovedì, 19 Dicembre 2013
A seguito della pubblicazione dell'attesa delibera 578/2013 che disciplina i SEU (sistemi efficienti di utenza) e in generale i Sistemi semplici di produzione e consumo, l'Autorità per l'Energia ha pubblicato due documenti contenenti chiarimenti.

Capacity payment e incentivi alle rinnovabili: le linee guida UE per gli aiuti all'energia

Giovedì, 19 Dicembre 2013
Redazione Qualenergia.it
Dalla Commissione le nuove linee guida sugli aiuti di Stato a energia e ambiente: capacity payment solo quando non esistano altre soluzioni e per le rinnovabili passaggio a incentivi basati su meccanismi di mercato. Intanto partono le indagini sugli aiuti pubblici al nucleare britannico e sull'esenzione dagli oneri degli energivori tedeschi.

Futuro del fotovoltaico in Italia e all'estero tra 10 anni

Giovedì, 19 Dicembre 2013
Gianni Silvestrini
Venti tra i principali attori mondiali del FV hanno risposto sulle prospettive della tecnologia al 2025. Gli scenari sono più o meno ottimistici a seconda dei diversi fattori considerati. Intanto per il 2014 la crescita è stimata a +30% rispetto a quest'anno. E poi c'è il mercato italiano. Un articolo di Gianni Silvestrini per la rivista Fotovoltaici.

Rinnovabili e 'Destinazione Italia': si scrive spalma-incentivi, si legge stop ai rifacimenti

Mercoledì, 18 Dicembre 2013
Tommaso Barbetti e Andrea Marchisio
La rimodulazione volontaria degli incentivi non è attraente per gli operatori. Messi di fronte alla scelta obbligata, rinunceranno a futuri rifacimenti, potenziamenti e ricostruzioni. Il legislatore, con una norma inefficace, condann all'abbandono, al degrado e all'obsolescenza il parco italiano delle rinnovabili. Un articolo di eLeMenS.

Decreto biometano pubblicato in Gazzetta, è ufficialmente in vigore

Mercoledì, 18 Dicembre 2013
Il Dm Sviluppo economico 5 dicembre 2013 recante "Modalità di incentivazione del biometano immesso nella rete del gas naturale" è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri e da oggi è dunque in vigore.

Il decreto che stabilisce regole ed incentivi per l'immissione in rete, l'utilizzo come biocarburante o in cogenerazione del biometano da oggi è ufficialmente è in vigore.

Incentivi al biometano: “muoveranno investimenti per 2 miliardi nei prossimi 5 anni”

Mercoledì, 18 Dicembre 2013
Redazione Qualenergia.it
Il decreto che stabilisce regole e incentivi per immettere in rete o usare come carburante il biometano apre prospettive interessanti per le aziende agricole italiane. Una buona opportunità soprattutto per produrre biogas da trasformare in metano da autotrazione. Ne abbiamo parlato con Stefano Bozzetto dell’European Biogas Association.

Compravendita senza certificazione energetica a rischio multe. Ma attestati spesso 'falsi'

Mercoledì, 18 Dicembre 2013
Giulio Meneghello
I contratti di compravendita e affitto non accompagnati dall’Attestato di Prestazione Energetica, non potranno più essere dichiarati nulli ma sanzionati con una multa da 500 a 18mila €. Una delle misure introdotte con il decreto legge 'Destinazione Italia', approvato dal Governo.

Carbone e polveri sottili in Cina: la mappa interattiva delle vittime

Martedì, 17 Dicembre 2013
Le oltre 2300 centrali a carbone della Repubblica Popolare continuano a mietere vittime. Greenpeace ha realizzato una mappa interattiva che rappresenta la concentrazione di sostanze inquinanti e il loro impatto sui problemi di salute e sulle morti premature. Per sanare l'impatto devastante l'organizzazione propone una roadmap in cinque tappe.