Sostituire le vecchie lampade con i led: il risparmio economico per le famiglie

Venerdì, 12 Gennaio 2018
Redazione QualEnergia.it
Un'analisi di Eurostat ci dice che le famiglie europee potrebbero risparmiare circa 10 euro all’anno per ogni lampada a led da 10 W che va a sostituirne una tradizionale da 60. In Italia la minor spesa è intorno agli 11 € per lampada, per un risparmio totale di 130 €/anno in un'abitazione tipo con 12 lampade. E anche la sostituzione delle CFL conviene.
Immagine Banner: 

Secondo Eurostat, le famiglie europee potrebbero risparmiare circa 10 euro all’anno per ogni lampada a led da 10 Watt che va a sostituirne una tradizionale da 60 W, considerano un utilizzo giornaliero medio di 3 ore.

Come si può vedere dal grafico dell’istituto di statistica europeo, i risparmi vanno dai 15 euro in Danimarca e Germania, che hanno i costi dell’elettricità più elevati tra i paesi Ue, fino ai 4,7 € della Bulgaria. I costi del kWh sono quelli stimati per i diversi paesi per consumi tra 2500 e 5000 kWh/anno, incluse le tasse.

In Italia la stima è pari ad un risparmio di circa 10,7 € per ciascuna lampada (costo elettricità: 0,21 €/kWh), ma poiché le stime si riferiscono ai costi elettrici del primo semestre 2017, con l’aumento del 5,3% previsto per questo inizio del 2018, possiamo anche valutare tale minore esborso in 11,2 € circa.

Pertanto, in un'abitazione con almeno 12 lampade, più o meno di questo tipo, possiamo pensare ad risparmio in bolletta di circa 130-140 euro all’anno. Su tutta la vita dei Led (25mila ore), considerando anche i costi teorici della sostituzione delle lampade, il risparmio è stimabile intorno ai 1.500 euro.

Secondo altri calcoli un risparmio sui consumi elettrici lo possiamo avere anche sostituendo le lampadine fluorescenti compatte (CFL), anche se non è certo elevatissimo su base annuale (tra 1 e 2 euro per lampada in Italia).

Tuttavia dobbiamo considerare che per valutare economicamente una lampadina ci serve misurare il cosiddetto TCO, ovvero Total Cost of Ownership, che è dato dal tempo di vita della lampadina, dal suo costo, dalla dissipazione totale.

Nel tempo di vita di una lampadina a led di buona qualità (circa 25mila ore, quasi 23 anni), in alternativa dovremmo comperare almeno 3 CFL e 21 ad incandescenza. E visto che negli ultimi due anni i prezzi dei Led sono scesi del 30-40% , tanto che oggi il costo di una sorgente luminosa a led è sceso sotto all’euro per ogni 1000 lumen. Va da sé che il risparmio è significativo per la sostituzione per le lampade tradizionali, ma anche delle CFL.

Come ci ha spiegato, in una recente intervista, il professor Gianni Forcolini del Politecnico di Milano, ci sono altri aspetti che dovrebbero indurci a compiere il passaggio CFL-led il prima possibile.

“Le CFL sono molto più soggette a guasti dei led, sia perché più ingombranti, più fragili e perché scaldano di più”.

Forcolini sottolinea poi come la resa dei colori dell’illuminazione a led sia superiore a quella delle CFL, soprattutto oggi che nuovi tipi di led pensati per l’illuminazione domestica hanno eliminato la dominante fredda e azzurrina che caratterizzava questo tipo di illuminazione.

“In terzo luogo consideriamo che lo smaltimento dei led è molto più semplice ed economico di quello delle CFL che, contenendo mercurio, devono essere trattate come rifiuti tossici”, ci ha detto Forcolini .

C’è un’altra caratteristica dei Led che attrae, ed è il design. “Non solo i led non hanno la fastidiosa lentezza delle CFL nell’accendersi, ma la loro flessibilità di assemblaggio, che consente di formare lampade, pannelli, linee o quello che si vuole, è incomparabilmente superiore a quella consentita dalle goffe e ingombranti fluorescenti compatte”, conclude il professore del Polimi.

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
OFF