Pompe di calore geotermiche, la guida di RSE

Venerdì, 14 Dicembre 2012
RSE ha di recente organizzato un seminario dal titolo “La Ricerca di Sistema e le linee-guida per la progettazione dei campi geotermici per pompe di calore a terreno” e realizzato una guida per un approccio semplificato alla progettazione di scambiatori a terreno connessi con pompe di calore che utilizzano energia geotermica a bassa entalpia.

RSE, l'ente di ricerca sul sistema elettrico, ha di recente organizzato, in collaborazione con l’Università di Padova, un seminario dal titolo “La Ricerca di Sistema e le linee-guida per la progettazione dei campi geotermici per pompe di calore a terreno”, un argomento ampiamente trattato e dibattuto, ma sul quale vi sono ancora diverse questioni da affrontare a livello di ricerca. Fra queste certamente quelle legate agli aspetti geologici e in particolare alla fenomenologia e alla caratterizzazione del moto della falda, che può giocare un ruolo rilevante sia nell’abbattimento della deriva termica sia, al contrario, nel coinvolgimento di altri campi geotermici nella scia termica generata da uno di essi.

Dalla ricerca RSE è emersa anche la disponibilità di strumenti semplificati per il dimensionamento di massima, ma realistico, del campo geotermico e per la valutazione del campo termico che si instaura dopo alcuni anni di funzionamento. Questo ha consentito a RSE di redigere una guida (pdf) che consente un approccio semplificato alla progettazione di scambiatori a terreno connessi con pompe di calore che utilizzano energia geotermica a bassa entalpia. Mediante l’utilizzo dei programmi applicativi di calcolo sviluppati, nella guida sono state delineate alcune risposte alle principali problematiche ancora presenti.

Gli atti del seminario:

(Si veda anche lo Speciale tecnico di Qualenergia.it sulle pompe di calore)